Quarto Grad. Il tecnico Longobardi tira le somme del mercato: “Grande lavoro, difendiamo i valori dello sport”

Completata la rosa, ad eccezione di qualche colpo imprevisto e in attesa di testare la squadra sul campo, durante il ritiro che inizierà il 18 agosto, il tecnico del Quarto Grad, ENZO LONGOBARDI tira le somme di una campagna acquisti tra riconferme importanti e novità interessanti.

Prima di parlare della squadra quanto è soddisfatto di questa riconferma?
Sono felice di affrontare il nuovo campionato sulla panchina del Quarto Grad. Lo scorso anno, per le note vicende ho potuto dare sommariamente un indirizzo alla squadra, quest’anno, spero, sarà diverso. Essere riconfermato mi fa capire quanto la società dei presidenti Secone e Sarnataro abbia fiducia in me .

Tra nuovi volti e volti conosciuti, quanto le somiglia questa squadra
Potrei dire tanto, ma sarà, poi, il campo a dirlo. Sicuramente i DS Capuano e Gelotto, con la collaborazione del DG Rignone hanno lavorato molto per accogliere e soddisfare tutte le mie richieste e io cercherò di mettere a frutto il loro impegno.

Quarto e Quarto Grad e sono una piazza difficile dove allenare?
Quarto è la mia citta, qui sono a casa, il Quarto Grad e i suoi colori hanno un grosso seguito di tifosi e per questo la mia tensione a fare bene è più alta; non la definirei una piazza difficile, ma esigente e degna del massimo rispetto.

Già definito l’obiettivo da raggiungere?
Sarebbe da stupidi fare proclami ancor prima di vedere la squadra in campo e il girone che ci toccherà. Dare il massimo e difendere i valori dello sport popolare, questi i nostri obiettivi principali.

a cura di Graziella Tetta

Condividi