Puteolana Int. Si complica la strada verso la salvezza, Taranto cinico e spietato

TARANTO 1

PUTEOLANA 0

TARANTO: Marani, Viscuso, Prosperi, Riccio, Caiazzo, Muwana, Ciarcià, Migoni (58′ Picascia), Molinari (85’Caruso), Mignogna (67′ Miale), Balistreri. Panchina: Masserano, Pulci, Fonzino, Vivacqua, D’Angelo, Clemente. All. : Papagni

PUTEOLANA: Despucches, Carezza, D’Ascia, Signore, Russo (73’Napolitano), Salvati, Visciano, Loiacono, Foggia (78’Pignalosa), Pastore (63′ Manco), D’Auria. Panchina: Mormile, Esperimento, Guidelli, Imbriaco, Fioretti, Siciliano. All. : Potenza

ARBITRO: Capasso di Firenze (Cantafio – Sciammarella)

MARCATORI: 62′ Balistreri

AMMONITI: Caiazzo (T), Russo (P), Foggia (P), Carezza (P)

ESPULSO: 27′ Prosperi (T)

NOTE: giornata poco nuvolosa. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 3000 circa (di cui 828 paganti, abbonati 1800 per un incasso di 4828‚Ǩ) di cui una trentina da Pozzuoli. Angoli 9-3. Recuperi: 3′ p.t. ; 5′ s.t.

TARANTO. Sconfitta di misura per la Puteolana allo Iacovone, punita da un colpo di testa di Balistreri. I granata restano così a quota diciannove in classifica in coabitazione col Gladiator.

Per la sfida col Taranto il tecnico della squadra flegrea Enzo Potenza deve rinunciare ad Alcolino e Scognamiglio, entrambi febbricitanti. L’allenatore dei granata conferma l’undici che otto giorni prima aveva pareggiato due a due tra le mura amiche col Monospolis e schiera la squadra col 4-3-1-2: Despucches tra i pali, Carezza e D’Ascia terzini, Signore e Russo centrali, Loiacono, Salvati e Visciano formano il trio di centrocampo con D’Auria alle spalle di Foggia e Pastore. Il trainer del Taranto Papagni non può contare su Carloto e Menicozzo e sceglie il modulo 3-4-1-2: Marani a guardia della porta rossoblù,capitan Prosperi con i puteolani Riccio e Caiazzo a formare il pacchetto difensivo, Viscuso, Ciarcià, Muwana e Mignogna a centrocampo, Migoni dietro le punte Molinari e Balistreri.

Sono i padroni di casa a costruire la prima azione degna di nota al 10′: un pericoloso colpo di testa di Prosperi in area viene respinto da Russo. Poco dopo lo stacco di Prosperi si infrange sul palo e successivamente è bravo Despucches a respingere due velenose conclusioni di Migoni. Al 22′ l’estremo difensore granata devia sulla traversa un colpo di testa di Balistreri.

La Puteolana risponde al 24′ con un destro di Salvati che si spegne sul fondo. Al 27′ i padroni di casa restano in dieci: Prosperi rifila una gomitata a Foggia nella metà campo flegrea e l’arbitro Capasso lo espelle. I rossoblù non si scompongono e al 31′ Despucches non si fa sorprendere da una conclusione di Mignogna da posizione decentrata. Al 40′ Russo ci mette una pezza su un tiro pericolosissimo di Balistreri. In chiusura di primo tempo prima D’Auria impegna Marani costringendolo alla deviazione in corner, poi la conclusione di Foggia esce di poco.

Nella ripresa dopo appena tre minuti Salvati impegna severamente Marani e al 51′ il sinistro di Visciano esce di pochissimo. Passano due minuti e Marani è chiamato alla respinta sulla staffilata di Salvati. Al 62′ il Taranto sblocca il risultato: l’inzuccata di Balistreri su cross di Ciarcià è imprendibile per Despucches. A questo punto il Taranto si copre provando a gestire il risultato, mentre la Puteolana prova ad agguantare il pareggio: all’88’ Salvati in area manca di un soffio l’appuntamento col pallone su un cross del neoentrato Napolitano. Vince il Taranto e per la Puteolana si complica la strada verso la salvezza. La settimana prossima Signore e compagni osserveranno il turno di riposo per poi affrontare nella giornata successiva di campionato la trasferta di Marcianise.

Danilo Iacuaniello – Addetto Stampa Puteolana Internapoli