Promozione. Ripescaggi e organico: le ufficialità della LND Campania

Giornata intensa per la LND Campania, che nella giornata di oggi ha diramato gli organici di Eccellenza e Promozione, ma anche i tabelloni delle rispettive coppe di categoria. In merito alla Promozione.

Sono arrivate in Lega ben 20 domande di ripescaggio. La Savignanese è arrivata con priorità assoluta “esclusivamente per il corrente anno sportivo 2022/2023, in ordine all’ammissione al Campionato di Promozione, fino a copertura degli eventuali posti vacanti in organico, senza obbligo, entro tale limite, di presentazione della domanda di ammissione. In tale circostanza dovrà essere formalizzata l’iscrizione al Campionato di Promozione 2022/2023 entro il termine di scadenza ordinatorio. L’ammissione al Campionato di Promozione 2022/2023, mediante la riserva di priorità assoluta, come detto e riportato sui Comunicati Ufficiali, non è considerata “ammissione alla categoria superiore” e, di conseguenza, non comporta la preclusione, di cui al n. 5) dei “Criteri di ammissione / riammissione alla categoria superiore 2022/2023”.

Di queste 20 una, l’Atletico Pagani è preclusa, ed altre sette sono fuori graduatori. Quindi: le ripescate al campionato di Promozione sono quattro per la rinuncia da parte dell’Alfaterna, la riammissione in Eccellenza di Faiano e Real Forio e la richiesta della Vis Ariano di Partecipare al campionato di Prima Categoria. Arrivano dunque nel secondo campionato regionale la Savignanese e le tre riammesse Teano, Isola di Procida e Polisportiva Bisaccese.

Dichiarata inattiva la squadra Atletico Paestum. Per quel che riguarda i gironi. Si torna a un campionato a quattro raggruppamenti di 16 squadre. I gironi tengono conto della territorialità e tornano, in ogni caso, ad ospitare squadre di diverse province (LEGGI QUI). Nel girone A, infatti, riappaiono le nord-napoletane. Nel girone B le napoletane e le nord-salernitane. Restano inviarti i criteri dei gironi C e D, dove si ritrovano rispettivamente squadre avellinese e caudine, e salernitane.

I QUATTRO GIRONI