Pro Recco- DOOA Posillipo 11-8. Nessuna sorpresa, ma gran prova degli ospiti

Pro Recco vs CN Posillipo 11 – 8;

Pro Recco: Tempesti, Lapenna, Madaras 4, Figlioli 1, Fondelli, Felugo 1, Giacoppo, Ivovic, Figari 1, Giorgetti, Aicardi 3, Gitto 1, Pastorino – Allenatore Riccardo Tempestini;

DOOA Posillipo: Cappuccio , Dolce , Rossi , Foglio , Mattiello 1, Radovic 1, Renzuto Iodice 1, Gallo 1, Klikovac 1, Bertoli 1, Mandolini 2, Russo , Negri – Allenatore Bruno Cufino

Arbitri: Raffaele Colombo di Como e Fabio Ricciotti di Roma.

Parziali: 1-1, 3-4, 4-1, 3-2;

Note: Uscito per limite di falli Bertoli (P) nel 4¬∞T Superiorità Numeriche: Pro Recco 4/10; Posillipo 3/4;

Tutto secondo copione, anche se, per la verità, il DOOA Posillipo non ha affatto sfigurato contro i campioni liguri, riuscendo a tener in bilico la partita fino alla metà della terza frazione ribattendo colpo su colpo e passando più volte in vantaggio. Dimenticato lo scivolone di mercoled√¨ con l’Acquachiara, la formazione rossoverde è apparsa particolarmente tonica e consapevole dei propri mezzi imponendo per lunghi tratti del match il proprio gioco ai più quotati avversari. Nel primo tempo i napoletani molto attenti in difesa imbrigliano con bravura i biancoazzurri concedendo loro solo il gol di Figlioli realizzato in superiorità dopo poco più di un minuto; la rete messa a segno da Mattiello, sempre con l’uomo in più, consente agli ospiti di andare all’intervallo in parità. La seconda frazione è più scoppiettante, i rossoverdi si fanno più aggressivi e si portano in vantaggio per la prima volta con Mandolini dopo 32. La replica del Recco non si fa attendere e risponde con Figlioli e Aicardi, ma il Posillipo di oggi appare lucido e determinato a non farsi sopraffare e, infatti, prima conquista il nuovo pari con Renzuto, poi passa in vantaggio con un gol di Gallo e infine dopo il temporaneo pareggio di Aicardi realizza il gol che gli permette di andare all’intervallo lungo avanti di una lunghezza. Nel terzo quarto i rossoverdi riescono a mantenere il minimo vantaggio, con Mandolini che risponde al gol di Madaras, fino alla metà del tempo, poi i padroni di casa prendono decisamente il largo con un parziale di tre a zero realizzato grazie alla doppietta di Madaras e la terza rete di Aicardi. Ancora Madaras, quarta rete per lui, incrementa ulteriormente il vantaggio per i locali; i rossoverdi provano a stare in scia con i gol di Bertoli e Klikovac, ma i campioni d’Italia nel finale consolidano il vantaggio con le reti di Gitto e Felugo. Da segnalare che sul 10 a 8 per il Recco viene annullata una rete a Gallo apparsa regolare ai più; rete che avrebbe potuto permettere agli ospiti di restare attaccati al match fino alla fine. A questo punto non c’è più tempo per tentare di rimettere in discussione il risultato, resta comunque l’ottima impressione suscitata dalla giovane formazione posillipina in un incontro tanto impegnativo. Il Posillipo c’è, come dice il suo allenatore Bruno Cufino che commenta cos√¨ la partita: Un’ottima partita e passi avanti rispetto al derby specie nella gestione del gioco d’attacco. Abbiamo giocato una bella pallanuoto contro la squadra pià forte del mondo per lunghi tratti alla pari, ma c’e tantissimo da lavorare sotto diversi aspetti, non ultimo quello psicologico, laddove bisogna acquisire maggiore consapevolezza nei nostri mezzi che sono tanti. Ma guai a pensare che possiamo rilassarci un solo momento. Ora dobbiamo spingere forte sull’acceleratore perch√© oltre a crescere, che è il nostro principale obiettivo, dobbiamo fare anche punti. Personalmente non avevo dubbi dopo il derby, ma dopo la partita di oggi ne ho assoluta certezza: il Posillipo c’e’!.

Ufficio Stampa

Condividi