Pompeiana denuncia aggressione a Gragnano: “Speriamo in provvedimenti”

Non un weekend tranquillo per il calcio campano, scosso delle vicende accadute al Solaro di Ercolano ai danni dell’Agropoli, oltre alle accuse rimande del San Sebastiano, rimandate al mittente da parte della Viribus Unitis. Anche in Prima Categoria è accaduto qualcosa, che avrebbe ben poco a che vedere con il mondo del calcio.

La società della Pompeiana denuncia un’aggressione al termine della partita, avvenuta all’esterno del San Michele ai danni dei propri tesserati:

“La società A. S. D. Pompeiana 1929 denuncia pubblicamente di aver subito una vile aggressione al termine della partita all’esterno dello stadio di Gragnano. Mentre i nostri calciatori ed il nostro staff si apprestava a prendere i propri mezzi per fare ritorno a casa, alcune persone riconducibili alla società di casa hanno aggredito verbalmente e fisicamente i nostri tesserati. La cosa sconvolgente è che tutto questo è avvenuto davanti agli occhi di un minore, che ha visto il suo papà essere colpito da tali individui.

In campo già c’erano stati episodi di poco fair play ma nulla a che vedere con questo successo all’esterno. Questi episodi non c’entrano nulla con il calcio. La nostra società spera e aspetta provvedimenti da parte della società di casa affinché queste situazioni deplorevoli non accadano più e che i responsabili siano puniti”.