Pompeiana 1929. Il presidente Vaiano: “Il nostro obiettivo? L’Eccellenza”

Torna il calcio a Pompei dopo cinque anni di assenza totale. L’imprenditore boschese, Andrea Vaiano, è tornato del mondo del calcio regionale campano rilevando il titolo di Promozione della Rinascita Sangiovannese, creando cos√¨ la Pompeiana 1929. Vaiano negli ultimi anni è stato a capo di importanti progetti come quello della Real Boschese, Atletico Bosco e US Scafatese, oltre ad una comparsata come socio di Cesarano nella Scafatase 1922. Era la stagione 2011/2012, il Città di Pompei allenato da Billone Monti chiudeva il campionato al sesto posto in classifica, per poi veder cedere il titolo del presidente Donnarumma ad Ercolano, adesso però è pronto per ripartire. Non c’è ancora il campo, lo stadio “Bellucci” di Pompei è ancora chiuso per i lavori di riqualificazione, con molta probabilità si sceglierà la soluzione momentanea dello stadio “Alfredo Giraud” di Torre Annunziata per disputare le gare interne.

La nostra redazione ha sentito il presidente Andrea Vaiano, il quale, in esclusiva, ha fatto il punto della situazione ad oggi:

“Da tempo ho prelevato il titolo della Rinascita Sangiovannese, poi effettuando una fusione con la Scuola Calcio Pompeiana per dare vita alla Pompeiana 1929” – con l’ex Boschese si parla anche di obiettivi stagionali con chiarezza – “Il nostro obiettivo è quello di arrivare in Eccellenza, non ci sono stati i margini per un titolo di questa categoria e quindi abbiamo deciso di virare su di un titolo di Promozione. Noi chiederemo il ripescaggio in Eccellenza, ma se ciò non dovesse avvenire, siamo pronti a conquistarla sul campo” – mentre sul mercato – “Stiamo allestendo la squadra per il campionato, grazie anche all’aiuto del nostro direttore sportivo Ciro Blando, nei prossimi giorni ci saranno novità, come l’allenatore e primi arrivi”.

Gianfranco Collaro