Pallamano. Obiettivo centrato, la GAM Engineering Aversa promossa in A2

La GAM Engineering Aversa batte lo Sporting Gaeta fuori casa ed è in serie A2. Senza aver bisogno di recuperare le gare con il Sannio (Benevento) rimandate per problemi di Covid dei sanniti. Sabato prossimo in casa sarà solo ed esclusivamente una festa al PalaJacazzi di Aversa in occasione della gara. Il dispiacere sarà solo quello di dover festeggiare senza pubblico, senza quello che è il sale delle competizioni sportive. Dispiacere solo momentaneo perchè sarà una festa solo rinviata come ci conferma la Presidente Capasso che alla fine della gara dichiara:

dire che sono orgogliosa dei miei ragazzi, è veramente superfluo. Basta guardarmi negli occhi e traspare tutto l’amore per questa organizzazione che, non solo è una squadra ma sento davvero dei sentimenti “familiari” non solo di appartenenza. Quest’anno, dopo tutti i problemi che abbiamo dovuto affrontare questa vittoria ci da ancora di più la forza di andare avanti e di imboccare strade sempre più impegnative e più ambiziose. Questo potrebbe davvero essere l’ennesimo, nuovo primo passo per la costruzione di qualcosa di davvero grande“.

Inoltre vorrei dire a chi ci segue da sempre e per i nuovi sostenitori che la festa per il raggiungimento di quest’obiettivo è solamente rimandata. Speriamo di poter ospitare in quella che è diventata, e anche con un certo orgoglio, la nostra nuova casa, il PalaJacazzi, quante più persone possibile e festeggiare insieme questo primo obiettivo “Aversano” raggiunto“.

Siamo sicuri che questo sia solo il primo passo per una Società che ha l’ambizione e la volontà di calcare i palcoscenici più importanti del paese e di poter diventare un punto di riferimento a livello giovanile in Italia. Tanti passi sono già stati compiuti in questi primi quarant’anni + 2, quest’ultimo di trovare una Città che ha capito il potere dello sport che ha sui giovani e di quanto sia importante per loro avere degli obiettivi da raggiungere e del senso del sacrificio per raggiungerli. Tanti passi fatti, ma tanti ancora da fare e, per come conosciamo l’Atellana, siamo sicuri che sapranno trovare la forza e la caparbietà per compierli.

Tornando alla cronaca della partita di ieri, possiamo dire che, al solito, come si è ripetuto per tutto l’anno, la GAM Engineering Aversa ha fatto subito capire quali erano le proprie intenzioni e ha messo il piede sull’accelleratore quasi subito e trovando nei primi frangenti una squadra Gaetana molto in palla e pronta a rispondere colpo su colpo ma la maggior compattezza di squadra e un Cirillo 97 in particolare forma hanno fatto si che mai durante la gare si fosse sotto con la differenza reti. Chiuso il primo tempo con 4 gol di vantaggio, raddoppieranno alla fine diventando 7 e negli spogliatoi si festeggia con la nostra solita cantilena “shanannana” che ieri ha avuto un sapore particolare, un sapore di serie A.