Padova-Juve Stabia 2-1. Vespe in caduta libera all’Euganeo

Doveva e poteva essere un giorno sereno per la Juve Stabia, che in trasferta allo stadio “Euganeo” di Padova affrontava i biancorossi, ma si registra l’ennesima sconfitta di una stagione che non va per il meglio, andiamo alla cronaca della gara.

Al 6′ minuto subito pericolosi i biancoscudati con una conclusione su calcio di punizione di Ciano, ma il pallone termina di poco alto. Al 26′ occasione per il Padova, con Pasquato che serve Calderoni che tenta il tiro, ma nulla di fatto. Dopo solo un minuto arriva il vantaggio della squadra di Mutti con Melchiorri che riceve palla da Pasquato ed insacca di testa. Appena subito il gol, la squadra campana cerca di reagire: al 30′ calcio di punizione battuto da Scozzarella ma c’è deviazione in angolo: batte Scozzarella, riceve Di Nunzio che ci prova, ma il pallone termina fuori. Al 38′ ci prova anche Di Carmine, che però prende il palo. Al ternine del primo tempo ci prova anche Sowe, ma Colombi intercetta. Nella ripresa, al 64′, viene espulso Martinelli per un fallo su Pasquato; dopo tre minuti arriva il pareggio delle Vespe, firmato da Di Carmine. Successivamente la squadra di Braglia, non riesce a segnare il gol del raddoppio sempre con Di Carmine. A fine gara, arriva il gol vittoria del Padova con Pasquato.

Non esce dal tunnel la squadra di Braglia, nuovamente a mani vuote in campionato, la cui classifica diviene sempre più preoccupante, urgono rimedi per la squadra e la piazza gialloblu, il cui umore è ai minimi termini.

PADOVA – JUVE STABIA 2-1
Padova: 1 Colombi, 3 Santacroce, 24 Benedetti, 27 Perna, 23 Modesto, 17 Jelenic, 14 Osuji, 8 Cuffa, 11 Ciano, 16 Melchiorri, 20 Pasquato. All. Mutti
Juve Stabia: 44 Calderoni, 13 Martinelli, 19 Di Nunzio, 6 Murolo, 17 Zampano, 8 Mezavilla, 29 Scozzarella, 3 Vitale, 9 Di Carmine, 11 Diop, 16 Sowe. All. Isetto
Arbitro: Pairetto
Assistenti: Ranghetti – Di Francesco
IV Ufficiale: Piscopo

Mariano Potena

Condividi