Ortese. Aletta: “Col Villa Literno non si doveva giocare”. Arriva un nuovo portiere

Il pari di Villa Literno riapre i giochi per la lotta al primo posto. La Sessana vede rinviare la propria gara, il Casagiove viola il campo di San Vitaliano. In casa atellana massima concentrazione in vista di questo importantissimo rush finale. Predica calma sicuro dei propri mezzi il presidente Michele Aletta che commenta amaro l’ultimo turno di campionato. Il terreno di gioco pesante ha penalizzato le giocate:E’stata una partita su un campo ai limiti della praticabilità.Non si potevano fare due passaggi di seguito. Una partita del genere su questo campo non andava disputata. La palla non rimbalzava su un campo fangoso in terra battuta. L’arbitro ha la sua bella responsabilità:perdiamo per infortunio al ginocchio il centrocampista Di Micco. Possiamo lamentarci di un rigore non dato ma niente di più. Ci può stare tranquillamente lo 0-0 finale. Buona l’accoglienza ricevuta visto l’ottimo rapporto tra le due società. Considero il Casagiove sempre fuori dai giochi che arranca per vincere: sarà lotta tra noi e la Sessana. Non mi ha impressionato il San Vitaliano il nostro avversario di sabato. Gestiamo questi punti di vantaggio sulle inseguitrici. Importante lo scontro Sessana-Casagiove fra qualche settimana. Noi abbiamo dimostrato di essere una delle favorite. Ce la stiamo giocando tutti fino alla fine. Annuncio l’ingaggio del portiere esperto Antonio Grillo che ci può dare una mano e della promozione in pianta stabile in prima squadra del talento ’98 Ugo Giordano difensore centrale adocchiato dal Napoli.

MARIO FANTACCIONE