Nouri e il gol più bello, l’ex Ajax esce dal coma dopo tre anni

Quasi tre anni fa il triste episodio, Abdelhak “Appie” Nouri, giocatore dell’Ajax di origini marocchine, accusò un malore durante la gara amichevole dei lancieri contro il Werder Brema. Quel malore si rilevò essere un ictus, era l’8 luglio 2017, che lo fece entrare in uno stato di coma. Il giovane calciatore, all’epoca 19enne ed ora 22enne, era una promessa dell’Ajax ed era stato appena eletto miglior giocatore della seconda divisione olandese.

Dopo il tragico evento, il cielo inizia a farsi decisamente più limpido, Nouri si è svegliato, a distanza da un dai primi segnali di miglioramento. Precisamente 2 anni e 8 mesi da quel giorno, che di certo porterà sempre con se a causa dei danni cerebrali subiti. Lo stesso fratello Abderrahim ne parla al programma TV “De Wereld Draait Door”: “Appie ha lasciato l’ospedale, non è più in coma, è a casa, dorme, mangia, aggrotta le ciglia, rutta, ma è molto dipendente e non si alza dal letto. È consapevole di dove si trova ed è importare per lui stare in famiglia. È possibile comunicare con lui, guardiamo anche le partite di calcio e reagisce”.