Nola ritrova il sorriso, Sparacello stende l’Arzachena

Il Nola torna a vincere. Una vittoria di carattere e di voglia per i ragazzi di mister Cavallaro che battono in terra sarda l’Arzachena in un buon periodo di forma. Protagonista assoluto del match Sparacello che, grazie alla sua doppietta, sale a 4 reti nelle sue prime due gare in bianconero. La partita si sblocca nel secondo tempo. Bomber Sparacello “spara” per la prima volta al 72′ sugli sviluppi di un corner. L’attaccante siciliano si riprende la scena a 3′ dalla fine quando, approfittando di un disimpegno errato della difesa gonfia la rete da fuori area con un dolce pallonetto. 2-0 e boccata d’ossigeno in classifica: i nolani lasciano l’ultimo posto in classifica e chiuderanno il 2022 in casa mercoledì con il Pomezia.

DICHIARAZIONI “Avevamo bisogno di questa vittoria e l’abbiamo meritata ma non abbiamo ancora fatto nulla, c’è tanto lavoro da fare – ha dichiarato Giuseppe Staiano, centrocampista del Nola – Dedico questa vittoria a mio padre, a breve sarà il suo compleanno e sono sicuro che anche dal cielo avrà fatto il tifo per noi“.

Dovevamo vincere per noi e per i tifosi, è stata una partita dura, vinta di gruppo – ha dichiarato Malick Lame, difensore del Nola – Dobbiamo lavorare e invertire la rotta. Non meritiamo questa classifica e i tifosi meritano di più, anche noi siamo legati a questa maglia importante“.

TABELLINO

Reti: Sparacello 72′-87′ (N).

Arzachena: Fusco, Piga, Bonacquisti, Bonu, Dicorato, Pinna, Manca L., Doratiotto, Manca M. (75′ Bellotti), Sosa, Melis (60′ Poli). A disposizione: Volantino, Pischedda, Usai, Rutigliano, Mannoni, Marinari, Ferraro. Allenatore: Marco Nappi.

Nola 1925: Zizzania, Lame, Cassandro, Sepe, Russo, Lucarelli, Piacente, Castagna, De Martino, Staiano, Palmieri, Sparacello. A disposizione: Tramontano, Lucarelli, Marzuillo, Ruggiero, D’Angelo. Allenatore: Giovanni Cavallaro.

Arbitro: Di Benedetto di Novi Ligure (assistenti Camilli di Roma 1 e Neroni di Ciampino).

Note: ammoniti Bonacquisti e Bonu per l’Arzachena; ammoniti De Martino, Palmieri, Castagna, Sparacello e Ndiaye per il Nola.