Nola 1925. Gennaro Esposito torna bianconero

Gennaro Esposito torna al Nola. La sua è la quarta esperienza in maglia bruniana. Dopo un inizio di stagione con la Frattese, era arrivata, in seguito allo stop del campionato regionale, la convocazione alla Puteolana. Un’esperienza che è durata poche partite per il centravanti, che aveva accettato a quel punto la corte del Savoia.

Aveva vestito la maglia degli oplontini in occasione del campionato di Eccellenza, che aveva riportato i bianchi nell’interregionale, ma a fine stagione le strane, con rammarico si erano separate. Un primo gol, con il Savoia, poi la riorganizzazione interna con nuovi arrivi nel reparto avanzato: Letizia, Scalzone, Depetris e quindi tempo di saluti anche a Torre Annunziata.

Poche settimane di stop e poi è il ritorno a Nola, dove aveva fatto le fortune del club. Ad annunciarlo la pagina ufficiale e una lunga dichiarazione al miele da parte del numero uno Alfonso De Lucia.

“Gennaro quando veste la maglia del Nola diventa un supereroe. Lo abbiamo voluto fortemente perché lui ha rappresentato in questi anni al meglio il senso di appartenenza alla maglia ed alla città. Non ha esitato quando lo abbiamo chiamato, e questo ci onora. Gennaro per noi non è solo un calciatore ma uno di famiglia. I suoi valori e il nostro rapporto vanno oltre il calcio. Per i tifosi rappresenta tanto e noi siamo contenti di farli felici con questo che per noi è un simbolico regalo. Dall’uovo di Pasqua dei tifosi è uscito bomber Esposito. Siamo tutti felici e speriamo di poter festeggiare qualcosa di eccezionale a fine anno per il quarto anno consecutivo”.