Napoli. Vargas manda in crisi Albiol e…Benitez

Ancora due gol per Edu Vargas. Il talento cileno è il vero protagonista dell’ultima settimana di impegni internazionali. Due partite e tre gol per Turboman: uno contro il Venezuela (gara valida per le qualificazioni al prossimo mondiale, ndr), due addirittura contro i campioni d’Europa e del Mondo in carica, la Spagna di Del Bosque. Stratosferica soprattutto la prestazione di ieri contro la roja: da solo, Vargas ha mandato in tilt la retroguardia iberica, in particolar modo il suo futuro compagno di squadra, Raul Albiol.

Decisamente un buon momento per Vargas che riattira su di sè le attenzioni di club di mezzo mondo. Il Napoli riflette, aspettando il nuovo anno. A gennaio, infatti, il cileno chiuderà la sua avventura in Brasile e farà ritorno a Castelvolturno. Spetterà a quel punto al Napoli prendere una decisione sul futuro del ragazzo.

Sin qui, la sua parentesi in azzurro è stata contraddistinta da tante ombre: difficile l’ambientamento, difficile soprattutto strappare la fiducia di Mazzarri che ha dimostrato di non voler mai puntare sul ragazzo, utilizzandolo solo nell’ottica del turn-over in Europa League. Tre gol, tutti contro l’Aik Solna, sono un po’ pochini per giustificare un esborso da 12 milioni di euro, pagati da De Laurentiis un anno e mezzo fa per prelevarlo dall’Universidad de Chile.

Adesso la storia è cambiata: Vargas, soprattutto in nazionale, ha mostrato tutto il suo talento e a Napoli è arrivato un maestro che non ha paura di lanciare i giovani come Rafa Benitez. Già a Dimaro, lo spagnolo ammise di seguire il ragazzo, a gennaio spetterà a lui sciogliere le riserve. Tanto dipenderà anche dagli impegni che il Napoli dovrà sostenere per il nuovo anno: se, nel 2014, gli azzurri saranno ancora in corsa su tutti e tre i fronti (campionato, coppa Italia e, si spera, Champions League, ndr) Benitez potrebbe ritrovarsi in casa il rinforzo giusto per completare il reparto avanzato. Al momento, con Higuain titolare inamovibile, è tutto da scoprire l’impiego di Zapata, una vera e propria scommessa per i partenopei. Vargas potrebbe anche essere utilizzato sulla linea dei trequartisti ma anche in quel settore la concorrenza non manca: Pandev, Insigne, Hamsik, Callejon e Mertens. Quattro nomi di spessore, pienamente integrati nel progetto Napoli.

Insomma, rispetto ad un anno fa, paradossalmente, la concorrenza per Vargas è addirittura aumentata. Potrebbe dunque anche profilarsi una clamorosa cessione a titolo definitivo, sfruttando magari proprio le ultime convincenti prestazioni di Turboman con la maglia della selezione cilena.

Condividi