Napoli. Primo giorno di lavoro a Castel di Sangro per gli azzurri: si ferma Mario Rui

È andata in scena questo pomeriggio allo stadio Patini la prima seduta di lavoro del Napoli di mister Gennaro Gattuso nel ritiro di Castel di Sangro, a cui hanno preso parte anche i neo arrivati Victor Osimhen e Amir Rrahmani. Gli azzurri resteranno nella località abruzzese fino al 4 settembre per preparare con la massima concentrazione la nuova stagione 2020/21.

Quest’oggi, così come accadrà per il resto del romitaggio estivo, gli azzurri di Gattuso hanno lavorato sotto l’occhio vigile dei propri tifosi. La squadra ha aperto il primo giorno di ‘scuola’ con una fase dedicata al riscaldamento e agli allunghi. Di seguito, i partenopei sono stati impegnati in esercizi di mobilità con l’utilizzo di ostacoli, accompagnati da una partitina a campo ridotto. La seduta odierna si è conclusa con un lavoro aerobico.

L’unica piccola nota stonata della giornata azzurra si chiama Mario Rui. Il terzino sinistro, fresco di rinnovo come Elmas e Di Lorenzo, è stato costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco a causa di un leggero trauma al ginocchio.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi