Napoli. Notte di qualificazioni per 12 azzurri in giro per il mondo

Venerd√¨ internazionale per dodici elementi azzurri, impegnati con le rispettive nazionali negli incontri di qualificazione alla prossima Coppa del Mondo, che si terrà in Brasile dal prossimo 13 giugno al 12 luglio. Ma come si sono comportati i nostri beniamini? Scopriamolo:

Svizzera-Islanda 4-4 – Beffa finale per gli elvetici, comunque capolista del girone E con 15 punti in 7 partite: in vantaggio per 4-1 al 55′, Dzemaili (autore del quarto gol, su rigore) e compagni riescono nell’impresa di concedere 3 reti alla non irresistibile Islanda (mattatore della serata è Gudmundsson, autore di una tripletta) ed a buttare alle ortiche una vittoria che sembrava ormai bella che vinta. 90′ in campo per Behrami e Dzemaili, non prende parte alla partita, invece, Gokhan Inler. Di Schar e Lichtsteiner (doppietta) le altre reti elvetiche.

Scozia-Belgio 0-2 – Continua la marcia trionfale del Belgio, capolista del gruppo A con 22 punti in 8 gare: ciò vuol dire 7 vittorie ed un solo pareggio. Ieri, in Scozia, sono bastate le reti di Defour e Mirallas per regolare i britannici, fanalino di coda del girone e ormai senza più ambizioni carioca. Capitolo azzurri: resta in panca Dries Mertens, che festeggia i suoi compagni senza tuttavia prendere parte attiva al match.

Colombia-Ecuador 1-0 – Tre punti fondamentali anche per la Colombia di Armero e Zuniga (entrambi in campo 90′) che si conferma prima forza del Girone Sudamericano insieme all’Argentina. Il gol che decide la gara arriva al 31′ e porta la firma di Rodriguez. Buona la prestazione dei due azzurri, tasselli fondamentali della selezione di Pekermann.

Finlandia-Spagna 0-2 – Vittoria per gli iberici in Finlandia che frutta 3 punti e il primato del gruppo I, a più 3 sulla Francia prima inseguitrice. Le reti delle Furie Rosse portano le firme di Jordi Alba e Negredo. Buona la prestazione di Raùl Albiol (per lui 90′ di gioco), con Sergio Ramos perno centrale della retroguardia di Del Bosque. In panchina c’è anche Pepe Reina, secondo dietro l’icona Casillas.

Macedonia-Galles 2-1 – Vittoria bella quanto inutile in termini di classifica della Macedonia sul Galles di Ramsey (autore della rete della sua selezione). Pandev (in campo per tutta la durata del match, nel quale si becca anche un “giallo”) e compagni hanno timbrato il tabellino marcatori prima con Trickovski e, dopo il pareggio del talento dell’Arsenal, con il gol vittoria di Trajkovski.

Bosnia Erzegovina-Slovacchia 0-1 – 73′ in campo per Marek Hamsik, capitano e leader indiscusso della selezione slovacca, che torna con 3 importanti punti dalla trasferta in Bosnia. La selezione di Kozàk è a questo punto terza, a quattro lunghezze da Grecia e proprio Bosnia, coppia capolista con 16 punti. La speranza-qualificazione non si spegne.

Cile-Venezuela 3-0 – Occhio anche a Cile-Venezuela, dove in campo, nelle file cilene, scende Edu Vargas, attaccante del Gremio ma ancora di proprietà del Napoli. L’ex “pacco” azzurro, campione in patria e brocco (almeno per l’opinione generale) in Italia, segna il primo gol dei suoi.

Condividi