Napoli-Marsiglia 3-2. Pipita-gol e passa la paura: le pagelle degli azzurri

Napoli a quota 9, ma che paura al San Paolo! Alla fine ci pensa Higuain: gli azzurri regolano la pratica Marsiglia con un 3-2 più faticoso di quanto si prospettasse alla vigilia. Ma va bene cos√¨: ora la testa vola a Torino. Ma andiamo per gradi: ecco la lente d’ingrandimento sulla prestazione dei partenopei.

Reina 6: Non può nulla sui due gol, per il resto solita (stra)ordinaria amministrazione.

Maggio 6: Non è nella serata di massima ispirazione. Il buon Christian se ne accorge e si limita al “compitino” con risultati positivi.

Albiol 6: Meno appariscente delle altre volte, è comunque il solito condottiero della retroguardia partenopea. Qualche errore di troppo nei passaggi di misura.

Fernandez 6: Un paio di chiusure gli valgono la standing ovation del San Paolo. Quando però perde palla su Gignac, i vecchi fantasmi del (recente) passato sembrano tornare a galla. Anche in quell’occasione, però, riesce a cavarsela.

Armero 5: Un errore grossolano che costa il gol di Thauvin ed un altro a centrocampo che poteva costare ugualmente caro. Si fa vedere in avanti, ma la sua gara è ampiamente insufficiente: poco male, gioco forza con la Juventus dovrà essere della gara per forza ed avrà subito l’occasione di riscattarsi.

Inler 6.5: Ispirato e geometrico, non si tira indietro quando c’è da interdire. Il gol, poi, vale il prezzo del biglietto. Ottima gara.

Dzemaili 6: Fa il lavoro sporco e, quando può, non disdegna la sortita offensiva. Non è Behrami ed a volte accusa il ruolo di maratoneta. Dal 90′ Behrami sv

Callejon 6.5: Meno incisivo in avanti, è comunque presente in tutte le azioni degne di nota. Sbaglia un pò troppo al momento del tocco decisivo. Da applausi la punizione che finisce leggermente fuori. Gara di cuore e cervello anche oggi.

Pandev 5.5: Ha il merito di servire Higuain per l’1-1, ma per il resto si vede pochissimo. Dal 66′ Hamsik 6.5: Con lo slovacco cambia il ritmo: il vero Marekiaro sta tornado.

Mertens 6.5: Organicamente è quello di sempre e crea scompiglio ai suoi dirimpettai. Sbaglia però un gol facile facile. Poco male: quando sembrava dovesse abbandonare il campo, però, serve al Pipita il gol della vittoria. Dal 83′ Insigne 6: Subito in partita, sfiora il gran gol col suo consueto tiro ‘alla Del Piero’. Peccato colpisca il palo.

Higuain 7: Meno presente del solito nella manovra azzurra, quando c’è da imbucare non le manda a dire: due gol anche stasera e Napoli che vola a quota nove. Un campione.

Benitez 6.5: Il suo Napoli è meno bello e cinico delle altre volte e, anzi, accusa la paura di volare troppo in alto. Alla fine, però, arrivano i 3 punti. Ancora chapeau.

Condividi