Napoli-Lecce 1-1. Azzurri brutti, salentini con merito

Il Napoli dopo Firenze frena anche tra le mura amiche dello stadio Diego Armando Maradona. I partenopei non riescono ad andare oltre il pareggio contro il Lecce di Baroni. Non basta la rete di Elmas, perchè una meglio organizzata compagine salentina raggiunge il pareggio con Colombo e lo conquista con merito nei novanta minuti.

COLOMBO RIPRENDE ELMAS, SALENTINI PIU’INCISIVI

Ritmi bassi in avvio di gara, il Napoli fatica a trovare la giusta quadra, complice il massiccio turn over operato da Spalletti, con ben sette cambi rispetto alla formazione vista nelle altre uscite. Un Lecce ordinato e compatto prova a farsi pericoloso in zona d’attacco, ma con risultati non proprio ottimali. Un match bloccato e infatti si arriva al quarto d’ora di gioco con il risultato fermo sullo 0-0 e con nessun tiro nello specchio della porta per entrambe le squadre.

Politano, superato il 20esimo, prova a soprendere Falcone da fuori area, ma l’estremo difensore leccese è reattivo e si rifugia in angolo. La squadra di Baroni spinge in attacco e trova un calcio di rigore, dopo un atterramento in area. Dal dischetto si presenta Colombi che trasforma in rete, ma è da ripetere e sulla seguente battuta Meret si oppone salvando il risultato. Un punteggio che ben presto cambia, perchè gli azzurri affondano il colpo e con Elmas affondano il colpo, trovando la rete del vantaggio.

Reagisce bene il Lecce, perchè trova presto il pareggio con Colombo, che si rende protagonista di una rete magistrale da fuori area, che non lascia alcun scampo a Meret. Decisamente meglio i salentini nella seconda parte del primo tempo, dove orchestrano il gioco, ma non riescono a sfondare. Le squadre vanno a riposo con il risultato fermo sul pareggio.

IL LECCE ESCE INDENNE DAL MARADONA

Nella ripresa cambio tattico per Spalletti, che togli gli spenti Raspadori e Ndombele per Zielinski e Lobotka, mentre nel Lecce Gonzalez sostituisce Helgason. Il Napoli torna ad avere un gioco a centrocampo e tutta la squadra ne risente in positivo. I salentini, però, non mollano la presa e nemmeno l’ingresso di Kvaratskhelia, sembra dare la scossa definitiva agli azzurri.

I partenopei provano a cambiare marcia, cercando attraverso il palleggio di sorprendere gli avversari che sembrano riuscire a controllare la gara, senza mai spingere verso la metà campo napoletana. Il Napoli non molla la presa e Spalletti nel finale manda in campo anche Simeone al posto di Anguissa. Al Maradona il Lecce ferma il Napoli, che si deve accontentare di un pareggio.

TABELLINO DI GARA
SSC NAPOLI – US LECCE 1-1

Napoli (4-2-3-1):  Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Min-Jae, Olivera; Anguissa (86′ Simeone), Ndombele (46′ Lobotka); Politano (71′ Lozano), Raspadori (46′ Zielinski), Elmas (56′ Kvaratskhelia); Osimhen. A disposizione: Marfella, Sirigu, Jesus, Mario Rui, Rrahmani, Zerbin, Zanoli, Gaetano. Allenatore: Luciano Spalletti

Lecce (4-3-3): Falcone; Gendrey, Tuia, Pezzella, Baschirotto; Askildsen (62′ Blin), Hjulmand, Helgason (46′ Gonzalez); Di Francesco (62′ Strefezza), Colombo (70′ Ceesay), Banda (75′ Listokswki). A disposizione: Bleve, Samooja, Pongracic, Bistrovic, Listokswki, Frabotta, Gallo, Umtiti, Rodriguez. Allenatore: Marco Baroni

marcatori: 27′ Elmas (N), 31′ Colombo (L)

ammoniti: Politano (N), Hjulmand (L), Colombo (L)
espulsi: //
angoli: 6-4
recuperi: 3’pt, 6’st

direttore di gara: il signor Marcenaro della sezione di Genova
assistenti: i signori Alessandro Lo Cicero della sezione di Brescia e Domenico Palermo della sezione di Bari
IV uomo: il signor Daniele Doveri della sezione di Roma 1
VAR e AVAR: i signori Rosario Abisso della sezione di Palermo e Mauro Galetto della sezione di Rovigo