Napoli. ADL: Io compro con criterio. Dobbiamo avere i bilanci in ordine

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis a margine della presentazione della mostra ‘Il Napoli nel mito-storie, campioni e trofei mai visti’, evento tenutosi al Museo archeologico nazionale della città, ha parlato anche di calciomercato: Non abbiamo vinto lo Scudetto, chiedo scusa, ma io non gioco. A quelli che dicono ‘chi compri’ mi rompe rispondere a questa c***ta, perchè non compro per farli stare in panchina. Oggi con il recupero di Milik e Ghoulam, l’entrata di Inglese, dobbiamo stare attenti. Guardate quanto sta crescendo Mario Rui e lo stesso Ounas che piace molto al mister. Se giocasse dall’inizio non credete possa crescere con un maestro come Sarri? Serve maturità, abbandoniamo il solito ‘cacc e sord’, ne abbiamo cacciati tanti e continueremo a farlio ma con intelligenza. Dobbiamo avere i bilanci in ordine. Per me è un gioco da ragazzi andare e comprare, l’ho fatto per anni col cinema, ti metti l√¨ e compri, ma far arrivare i risultati è un’altra cosa. Io non voglio dare mazzate ai tifosi, la palla va di qua o di là e dipende da tanti fattori”.

De Laurentiis poi conclude parlando della scelta di portare Sarri all’ombra del Vesuvio: Quando lo presi mi misero gli striscioni in strada dicendo che ero pazzo, ora invece è lui il protagonista. Io gli cedo lo spazio volentieri, è lui il regista che ho scelto per fare il film più bello per i miei spettatori che sono i tifosi. Scusatemi se non sempre riesco a farvi felici, ma ci provo. Voi siete il mio unico goal”.

 

Nunzio Marrazzo

Condividi