Montoro Calcio. Si riparte da zero: nuova società e primi innesti

Dopo la stagione cristallizzata per l’emergenza sanitaria, il Montoro ha intenzione di rimboccarsi le maniche e far dimenticare il campionato che l’ha tenuto all’ultimo posto in classifica. Una nuova chance quindi per la formazione avellinese, che riparte da zero. Nuova società per i montoresi, ma restano avvolti nel mistero i nomi dei dirigenti. Nonostante questo il lavoro per la costruzione della squadra procede in maniera celere, ma al tempo stesso selettiva.

Obiettivo riscattarsi e cercare di mantenere la categoria anche nella prossima stagione, ma restituendo dignità alla squadra di Montoro. Per far ciò, secondo quanto raccolto dai colleghi di Sport Channel 214, sono stati ingaggiati calciatori di un certo spessore. Tra questi spicca il nome dell’ex Serie A Anderson Babù, negli ultimi anni nell’Afro Napoli, la Real Aversa. Ala classe ’80 nonostante la sua età riesce a dare il proprio contributo alla squadra.

Assieme all’ex Lecce e Roma ecco che c’è Luigi Rinaldi, centrocampista classe ’86 ex Scafatese e Afro Napoli tra le altre. Un colpo certamente importante per la dirigenza montorese. Rinaldi è un calciatore duttile che può ricoprire sia il ruolo di mezzala affiancandosi al play-maker sia a destra che a sinistra, in una linea a cinque, ma anche come centrocampista di rottura e di impostazione, sia davanti alla difensa, che in cabina di regia.

Cominciate anche le riconferme si ritroveranno nella prossima stagione anche Manna, De Clemente, Marino. A questi si affiancheranno tre acquisti made in Montoro, Samba, Michele De Piano e Carmine Tolino.

Per il parco under si punterà tutto su tre giovani di prospettiva, già messi in mostra nella scorsa stagione: Citro, Russo, D’Auria, Romano, Concilio e Corbisiero .

Movimenti decisi e importanti per il Montoro, quindi, che dimostra la sua voglia di rimettersi in sesto ed essere protagonista.