Monaco. Dal Siena in arrivo Pegolo

Gianluca Pegolo verso il Monaco. Secondo ‘L’Equipe’ il 32enne portiere del Siena (contratto in scadenza 2014), protagonista di un’ottima stagione in Toscana nonostante la retrocessione in serie B, dovrebbe nelle prossime ore firmare per il club francese allenato da Claudio Ranieri.
Pegolo diventerebbe il vice del croato Danijel Subasic.

Pegolo cresce calcisticamente nell’Hellas Verona. Entra nel giro della prima squadra fin dalla stagione 1998-1999. Vi rimane anche nell’annata successiva, senza tuttavia mai scendere in campo. In questi anni è titolare della Primavera.

Nella stagione 2000-2001 viene mandato in prestito al Fiorenzuola, in Serie C2 e con la formazione emiliana scende in campo 34 volte.

L’anno successivo torna all’Hellas Verona, come riserva del portiere titolare Fabrizio Ferron. Ha l’opportunità di fare il suo debutto in Serie A il 25 novembre 2001 in Torino-Hellas Verona (5-1) ma, subentrato negli ultimi 20 minuti, subisce tutti e 5 i gol dei padroni di casa. Si riscatta nella partita successiva, vinta 1-0 contro il Brescia, parando un rigore. Conclude la stagione con 2 presenze complessive in campionato. Il 20 agosto 2002 debutta nella Nazionale Under-21, con la quale scenderà in campo in altre 2 occasioni.

Nella stagione 2002-2003, con l’Hellas Verona appena tornato in Serie B, è il portiere titolare. Nel suo primo anno da titolare in B gioca 37 partite, l’anno successivo (2003-2004) 31. Nelle stagioni 2004/05 e 2005-2006, ha raccolto rispettivamente 37 e 39 gettoni di presenza.

Dopo la retrocessione della formazione scaligera in Serie C, nel calciomercato estivo 2007 lascia Verona per accasarsi al Mantova (in prestito, con diritto di riscatto della comproprietà dal Genoa). Torna nell’estate del 2008 in Liguria, ma viene girato in prestito al Parma, appena retrocesso in Serie B. Con la squadra gialloblù debutta contro il Grosseto, sostituendo Nicola Pavarini, infortunato. Gioca anche la partita successiva contro il Frosinone, terminata 2-2.

Al termine della stagione, rientrato al Genoa, viene ceduto al Siena. Torna in Serie A dopo nove anni passati in Serie B fra Verona,Mantova e Parma. Debutta con la squadra senese il 9 gennaio 2010, subentrando al titolare Gianluca Curci infortunato nella gara persa per 4-3 con l’Inter a San Siro. Ottiene anche altre presenze, ma al termine della stagione, il Siena retrocede in Serie B. Nel campionato successivonon scende mai in campo, ed i toscani tornano in massima divisione. Nella nuova esperienza in Serie A, inizia da secondo di ≈Ωeljko Brkiƒá, ma a causa degli infortuni del serbo, riesce ad ottenere molte presenze, ed il Siena si salva dalla retrocessione. Nella stagione 2012-2013, è il portiere titolare ed è l’unico giocatore capace di scendere in campo in tutte le 38 partite di campionato, risultando, con 3.632 minuti, comprendendo quelli di recupero, il giocatore che ha disputato il maggior numero di minuti di tutta la serie A. Nonostante la retrocessione del Siena, nella stessa stagione è risultato essere anche l’estremo difensore che ha compiuto il maggior numero di parate.

 

Condividi