Milan. Galliani: “Berlusconi ha confermato la fiducia ad Allegri”

Ho parlato col presidente ma non commento. Cosi’, a margine del Premio Facchetti in Gazzetta, l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, ha risposto a chi gli domandava delle critiche mosse da Barbara Berlusconi sull’operato della dirigenza rossonera negli ultimi due anni dopo la sconfitta di sabato contro la Fiorentina. E’ un momento certamente difficile perche’ non stanno arrivando i risultati ma andiamo avanti e speriamo che le cose migliorino. Ci sono stati altri momenti difficili in 28 anni di Milan, ci sono momenti buoni e meno buoni, d’altronde lo sport e’ ciclico e quindi speriamo di fare meglio nel prosieguo della stagione ha aggiunto Galliani. Il valore del Milan e’ molto superiore a quello attuale. E’ quello dimostrato negli ultimi anni, quello che ci da’ il ranking, perche’ poi le squadre si misurano in base a questo. Abbiamo fatto la Champions 10 volte negli ultimi 11 anni, siamo in Champions da cinque anni consecutivi, cosa che facciamo solo noi. Non si puo’ misurare il club sulla base dei risultati delle ultime partite ma va misurato in un arco temporale piu’ lungo. Sulle sue responsabilita’, Galliani replica che l’amministratore delegato e’ responsabile di tutto, anche del mercato, del fatturato e dei costi. Cosi’ come il Ceo di un’azienda e’ il responsabile per intero dell’azienda stessa. Quindi una battuta su Allegri:Fiducia nel tecnico? Assolutamente si. Non e’ una settimana decisiva pero’ tutti gli allenatori dipendono dai risultati. Se uno perde sempre all’infinito, non c’e’ allenatore che tenga. Infine su Balotelli:E’ arrivato a febbraio e in 13 partite ha fatto 12 gol. Senza di lui non saremmo mai andati in Champions. La prima stagione e’ stata ottima, adesso sta facendo la seconda, vedremo. (italpress.com)

Condividi