Milan-Celtic 2-0. Rossoneri avanti nel finale

La musica della Champions League da’ la carica al Milan di Allegri che, nonostante le numerose assenze e tre quarti di partita sottotono, riesce a sbarazzarsi degli scozzesi del Celtic battuti nel finale 2-0 grazie alle reti di Zapata e Muntari. Le prima occasione da rete porta la firma di Birsa, bravo a servire puntualmente Balotelli, ma la sua botta al volo centrale e’controllata da Forster. Il Celtic si fa pericoloso solo su una punizione a due in area causata da una leggerezza di Abbiati, ma la botta di Mulgrew si spegne sulla barriera schierata sulla linea di porta. Il Milan pero’ e’ troppo attendista e soprattutto lascia troppo isolati Balotelli e Matri, poco serviti da un centrocampo rossonero qualitativamente deficitario. Il finale di tempo e’ tutto di marca scozzese, con Stokes che su un errore in disimpegno milanista sfiora dopo aver fatto sedere Zapata (ottimo il recupero di Mexes). Anche ad inizio ripresa il Milan e’ opaco e senza idee, con gli scozzesi che si fanno piu’ pericolosi in almeno un paio di occasioni. Nella prima azione degna di nota del Milan della ripresa al 15′, Zapata si invola sulla fascia sinistra e mette in mezzo un pallone invitante su cui si avventa Muntari, ma la sua inzuccata e’ incredibilmente alta.
Il Milan continua a fare acqua e su di un errore di De Jong lascia spazio a Brown che arriva di fronte ad Abbiati, ma miracolosamente il centrocampista olandese riesce a rinvenire ed in scivolata ad evitare la conclusione del giocatore scozzese. A dieci dal termine addirittura Stokes su punizione colpisce la traversa facendo correre un brivido ad un San Siro gia’ molto freddo a causa della pessima prova del Milan. A scaldare la serata ci pensa Christian Zapata (con la complicita’ di Izaguirre), che dopo aver ricevuto palla dal limite da Robinho fa partire un tiro senza pretese, ma la deviazione del difensore del Celtic spiazza il portiere e il Milan passa in vantaggio. Pochi minuti piu’ tardi i rossoneri raddoppiano: punizione di Balotelli, miracolo di Forster, ma sulla ribattuta si avventa Muntari che chiude la pratica. (agi.com) .

Condividi