Miano-Nuova Quarto 5-1. Davide batte Golia, De Angioletti: “Ci davano spacciati”

NAPOLI ‚Äì Davide batte Golia in Italia, Kill giants in Inghilterra. Ci sono tanti modi di scrivere un impresa in campo sportivo. E’ quello che è successo questa mattina al Dietro le Vigne di Piscinola dove il Miano, relegato nella zona retrocessione, batte con un punteggio eloquente la capolista Quarto. Alla vigilia sono ben 15 i punti di distanza dalle due squadre. Sin dalle prime battute, però, tutto questo gap non si è visto in campo, anzi. I leoni mianesi devono fare a meno di due pedine importanti come lo squalificato Silvestro e l’infortunato Ferraro. Nonostante le assenze pesanti la compagine rossoblu non ha dato peso alle avversità dimostrando sul campo l’enorme qualità dei ragazzi ben guidati dal tecnico Vincenzo Esposito. Nella prima frazione di gioco si vede una gara equilibrata con entrambe le formazioni a cercare da subito la via del gol. Al 9′ sono i flegrei ad avere una favorevole occasione con D’Auria che vede ribattere il tiro in calcio d’angolo dall’ottimo Izzo. Al 26′ sull’out di destra cross di Attore che pesca sul versante opposto Astro che viene atterrato da Santangelo. L’arbitro, il signor Fontani di Siena, decreta la massima punizione ed il cartellino giallo per il difensore ospite. Vitagliano trasforma spiazzando Iengo. Il Quarto reagisce da grande squadra con fiammate dei singoli. Al 31′ è sempre D’Auria a rendersi pericoloso che dalla lunga distanza sfiora il palo alla destra di Izzo proteso in tuffo. Un giro di lancette e l’equilibrio della sfida si porta sui binari del pareggio. Tucci da posizione defilata batte Izzo con un diagonale preciso che si insacca all’incrocio dei pali. Al 39′ locali vicini di nuovo al vantaggio: punizione di Vitagliano dove irrompe Liccardi che di testa manda di poco sul fondo a Iengo battuto. Al 42′ ci prova sempre Vitagliano dalla distanza, Iengo si distende bene deviando in corner. Dagli sviluppi arriva Narciso sul secondo palo che di testa manda di poco fuori. Nella ripresa nei primi minuti è il Quarto che vuole i tre punti. Al 50′ ci prova Aprile dalla distanza, sfera indirizzata all’incrocio dei pali ma Izzo è strepitoso deviando oltre il fondo. Al 68′ l’equilibrio della sfida si sposta a favore dei locali. Attore crossa sul secondo palo dove Narciso è appostato e come un falco deposita la sfera nel sacco per il vantaggio dei rossoblu. Passano solo tre giri di lancette con il Miano che si porta sul doppio vantaggio. Petrozzi da fuori area colpisce la traversa, la sfera arriva sui piedi di Narciso che in prima battuta trova uno strepitoso Iengo che respinge ma la sfera si alza con Narciso che di testa non ha difficoltà di ribattere in rete per il parziale 3-1. Al 79′ Principe serve sul secondo palo ancora Narciso che di prima intenzione fa 4-1, realizzando la sua tripletta personale di giornata. Saltano i nervi sulla panchina flegrea dove Palma viene espulso per proteste. Al 90′ su punizione Avolio colpisce la seconda traversa di giornata. Nei minuti di recupero il Miano fa il pokerissimo con azione di contropiede con Liccardi che batte Iengo in uscita. Finisce con una goleada storica la prima vittoria del Miano tra le mura amiche al suo esordio nel massimo campionato dei dilettanti regionali. Un successo importante che proietta la squadra verso le zone tranquille della classifica superando il S. Sebastiano Mari, Neapolis e Sibilla Bacoli ed agguantando a quota otto punti la Puteolana 1909.

Nel post gara c’è euforia nel clan rossoblu consapevoli che alla lunga il lavoro paga. Successo figlio della serenità portata dalla società a staff tecnico e squadra anche nei momenti bui di inizio stagione. Cos√¨ il presidente rossoblu Giulio De Angioletti: Alla vigilia di questa sfida abbiamo letto alcuni articoli sui quotidiani locali dove ci davano per spacciati con la capolista scrivendo che eravamo il fanalino di coda. Dopo questo match dico che abbiamo non solo acceso i fanalini ma anche i fari e gli abbaglianti della nostra autovettura. Devo fare, innanzitutto, i complimenti al Quarto che nonostante la sconfitta con noi è una grande squadra ma oggi ha incontrato un grandissimo Miano. Dopo un inizio balbettante dove solo i risultati non venivano, abbiamo cambiato rotta dando serenità all’ambiente credendo nel lavoro del mister, dello staff tecnico e della squadra. Oggi ho rivisto con immenso piacere il Miano vincente, quello che ci ha abituato sin dalla fondazione del club. Con la squadra al completo possiamo sicuramente dire la nostra, possiamo ambire ai piani alti della classifica. Questo successo però ha una dedica speciale. Vogliamo dedicare questa vittoria a chi ha fondato la nostra squadra.

 

MIANO 5-1 QUARTO

MIANO: Izzo, Silvestre, Fiengo, Vitagliano, Masturzo, Avolio, Narciso, Liccardi, Di Pietro (46′ Petrozzi), Attore (76′ Principe), Astro (85′ Pugliese). A disposizione: D’Andrea, Pellecchia, Pini, Di Marino. Allenatore: Esposito.

QUARTO: Iengo, Santangelo, S. Esposito, Aprile, Ucciero, Zinno, Andreozzi, Gaveglia (72′ D. De Gennaro), D’Auria, Palma (55′ Pirone), Tucci (90′ P. De Gennaro). A disposizione: Navarra, A. Esposito, Pirozzi, Marigliano. Allenatore: Amorosetti.

ARBITRO: Fontani (Siena).

ASSISTENTI: Scognamiglio (Ercolano) e Russo (Napoli).

RETI: 27′ (rigore) Vitagliano (M) ; 32′ Tucci (Q) ; 68′, 70′ e 74′ Narciso (M) ; 92′ Liccardi (M).

NOTE: spettatori 400 circa ; angoli 6-5 ; espulso all’80’ dalla panchina Palma (Q) ; ammoniti Silvestre, Fiengo, Masturzo (M), Santangelo, Aprile (Q).

 

Ufficio Stampa ASD Miano

 

Condividi