Mariglianese. L’iscrizione c’è, manca il mercato

Formalizzata l’iscrizione al campionato di Serie D, la Mariglianese aspetta ora i pareri della COVISOD Come tutte le altre formazioni.

In attesa di questo, la società si ritrova a dover fare i conti con la situazione interna. Una nuova società che avrebbe preso in mano le redini della situazione, mentre attorno al presidente si erge un alone di silenzio assordante che i tifosi hanno già contestato.

Gli addii da parte dei calciatori continuano. Negli ultimi giorni Se Angelia e Pantano, che come i compagni hanno già trovato nuova sistemazione. In casa Mariglianese, invece, tutto tace, appunto. Non si muove niente dal punto di vista del mercato, fatta eccezione per delle operazione che vorrebbero dei giovani del Nord trasferirsi in prestito in biancazzurro.

La Mariglianese nuota, quindi, nell’incertezza soprattutto visto che ormai è arrivato il 15 luglio e ancora non sembrerebbe essere in programma un ritiro precampionato, non sono arrivate nuove ufficializzazioni oltre a quella del tecnico.

Una paralisi che sta scuotendo i tifosi che già nei giorni scorsi hanno iniziato a contestare con degli striscioni in città. La politica societaria della Mariglianese, comunque, ha bloccato anche molto degli sponsor che negli anni scorsi hanno partecipato al progetto. La testimonianza arrivò già in occasione della presentazione del tecnico proprio dal presidente Abete.

Situazione, però, che nel corso delle settimane non sembra esser cambiato in virtù del vistoso ritardo di programmazione della nuova stagione.

Cosa succederà quindi? La prima risposta dovrebbe arrivare dalla COVISOD, poi dalla società svelando le carte del nuovo anno calcistico. Tutto questo nella speranza, nei tifosi, che non ci si ritrovi a dover fronteggiare un grande bluff.