Marcianise. Ciano torna a casa: “Categoria ostile, ma che emozione essere qui”

Marcianise riabbraccia un suo figlio prediletto. Michele Ciano, marcianisano doc con i colori gialloverdi stampati sulla pelle, ritorna nella sua città dopo le tante esperienze vissute in passato. Il suo acquisto è stato voluto fortemente dall’U.S. Marcianise, nell’ottica di un discorso identitario legato alla città che si fonda su due pilastri inamovibili. Pietro Famiano e Michele Ciano sono le due bandiere gialloverdi capaci di far sognare i tifosi. Il terzino destro classe ’86, rinomato per la sua personalità e per le falcate sulla fascia, ha iniziato da ragazzino con la Vernall Marcianise per poi passare al G.S. Marcianise ed al Real Marcianise, con cui esordì in Interregionale a diciassette anni nel 2003 e divenne protagonista della indimenticabile cavalcata dalla Serie D alla Serie C1. Veste le maglie di Cavese in Serie C1 e Brindisi in D, poi nel 2012 ritorna nell’allora Progreditur Marcianise, con cui vinse l’Eccellenza e sfiorò il salto in Serie C. Viene acquistato nel 2016 dall’Herculaneum in Serie D, mentre nelle ultime due stagioni ha disputato l’Eccellenza con l’Albanova.

Dopo quattro anni di lontananza, Michele è entusiasta del ritorno a casa: “L’emozione è enorme per il rientro a Marcianise. Qui ho fatto la mia carriera, ho giocato tanti anni, sono contento di tornare a casa. Noto l’entusiasmo dei tifosi, mi sento di invitarli a vedere la partita. Si sta cercando di fare bene, bisogna stare con i piedi per terra. Il campionato sarà difficile, quindi bisogna programmare e fare bene. Chiedo il supporto dei tifosi, ce ne sarà bisogno“.

Per l’ex Real Marcianise e Cavese è il primo approccio con la dirigenza: “In questi giorni sto avendo modo di conoscere la società, composta da persone serie che stanno cercando di fare tutto in modo oculato. E’ già tanto, possiamo solo apprezzarli per questo. Non ho avuto dubbi a sposare il progetto, ora cercheremo di dare il massimo per far contenti loro e la città“.

Insieme a Pietro Famiano ed altri ragazzi, Michele Ciano rappresenta la storia del calcio a Marcianise: “Sicuramente viviamo la partita in maniera più diretta. Essendo di Marcianise, qualche responsabilità ti prende in più ma credo che abbiamo l’esperienza per gestirla e fare in modo di ottenere il massimo da ogni partita. Con la modifica del campionato, dobbiamo affrontare meno partite per cui aumentano le difficoltà. La categoria è ostile, serve massima concentrazione. Ai tifosi mi sento di dire ‘Venite allo stadio, tutti dobbiamo entrare nella mentalità che Marcianise è dei marcianisani’ per cui giochiamo tutti insieme, noi dentro al campo e voi fuori, per vincere ogni partita“.

ALESSIO SCHIAVO – SPINNAKER COMUNICAZIONE

UFFICIO STAMPA U.S. MARCIANISE

Condividi