Marcianise. Annientata la corazzata Turris, i gialloverdi sognano e fanno sognare

P.Marcianise: Imbimbo, Lagnena, Posillipo, Pagano, Rossetti, Gerardi, (82′ D’Anna), Temponi, Ciano, Verdone, Iadaresta (85′ Tenneriello), Citro (84′ Allegretta) All. Antonio Foglia Manzillo In panchina: Buk, Perreca, D’Antonio, Mastroianni, Arena, Di Ronza. All: Foglia Manzillo A.

Turris: Liccardo, Postorino, Mannone, Amendola, Bisogno, Tarascio (53′ Grezio), Lucchese, Moxedano, Sibilli (70′ Manzo), Perna, Longoni (80′ Mansour) All. Ezio Castellucci In panchina: Sollo, Morabito, Fissore, Scognamiglio, Fallo, Gatta. All: Castellucci E.

Arbitro: Capone di Palermo Assistenti: Pizzi e De Palma di Termoli

Ammonito: Moxedano, Temponi, Verdone, Amendola, Longoni, Manzo

Marcatori: 18′ Perna (T), 36′ Iadaresta rig. (PM), 59′ Temponi, 70′ Citro, 77′ Perna, 88′ Allegretta, 90′ Perna

Spettatori: stadio chiuso ai tifosi su ordinanza del Prefetto di Caserta

Recupero: 3′ pt, 5′ st

Il Marcianise sogna e fa sognare. Nel big match del girone H di serie D, in un’ atmosfera a dir poco surreale per l’ordinanza del prefetto che ha impedito al pubblico di accedere all’interno dello stadio “Progreditur”, i gialloverdi vincono e soprattutto convincono contro la corazzata Turris. Eppure le premesse non lasciavano ben sperare non solo per il match disputato come detto a prote chiuse ma soprattutto a causa dei forfait dell’ultima ora dei due centrocampisti centrali del Marcianise Carmine Mastroianni e Marco Conte. Mister Foglia Manzillo nonostante si trovasse in qualche modo a dover rifare il centrocampo non cambia modulo, mandando in campo il giovane Rossetti sulla corsia di destra e optando per l’esperienza del capitano Michele Ciano in mezzo. In difesa al posto dello squalificato Corduas viene scelta l’esperienza di Pagano che va a comporre il terzetto difensivo con gli intoccabili Posillipo e Lagnena. Davani il solito tandem Citro-Iadaresta. Anche tra gli ospiti problemi di formazione, soprattutto in difesa dove manca il marcianisano doc Iovinella fermo per infortunio. I due ex gialloverdi sono Sibilli che va in campo mentre Grezio è in panchina, nella squadra del presidente D’Anna gli ex corallini sono Lagnena, Pagano ed Allegretta. Riavvolgendo il film del match è chiaro sin da subito che le due squadre in campo vogliono entrambe ottenere il bottino pieno in palio quest’oggi al “Progreditur”. La prima occasione da rete è di marca gialloverde: all’8′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Citro, Posillipo svetta più in alto di tutti ma non riesce a trovare la porta difesa dall’estremo difensore ex Stasia Liccardo. La Turris ci prova con qualche timida ripartenza, riuscendo a portarsi addirittura in vantaggio alla prima vera occasione da gol. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo la sfera supera Verdone che non riesce a sbrogliare di testa, stacca Lucchese che trova Longoni sul secondo palo che gira di testa al centro e trova Perna che gira di prima al volo in porta facendo secco Imbimbo per il vantaggio della squadra di mister Castellucci. La reazione del Marcianise è veemente e la squadra di Foglia Manzillo.comincia a macinare un gran gioco schiacciando gli ospiti nella loro metà campo. Davanti al Marcianise si erge però un muro invalicabile: il portiere Liccardo classe 95′ compie due autentici miracoli nel giro di pochissimi minuti. L’estremo difensore della Turris prima nega il pareggio su un tiro a giro di Citro poi salva sulla linea su uno stacco di testa di Pagano. Al 25′ ancora gialloverdi vicinissimi al gol del pari: fa tutto Iadaresta che defilato vicino alla porta dall sinistra tenta di piazzarla ma a differenza della gara con la Mariano Keller, stavolta non trova il gol. Un minuto dopo Verdone trova Citro in area che gira al volo, trovando la super risposta di Liccardo che salva ancora. Ma il portierino corallino capitola al 36′, quando Citro penetra in area ed è strattonato da Lucchese:, rigore netto che Iadaresta si prende la responsabilità di battere e realizzare alo stesso tempo spiazzando l’estremo difensore della Turris. Il Marcianise prova a spingere ancora ma dopo tre minuti di riposo le due squadre vanno al riposo sul punteggio di uno a uno. Nel secondo tempo si riprende da dove si era finito. I gialloverdi continuano a condurre il loro gioco sciorinando grandi azioni sulle corsie esterne, creando grossi grattacapi a Sibilli e compagni. Al 59′ viene completata la rimonta: grandissima azione del Marcianise sull’out di sinista, uno-due Gerardi-Citro, con quest’ultimo che serve al limite dell’area l’accorrente Temponi che con un fendente mortifero trafigge l’incolpevole Liccardo. Due a uno per la compagine del patron D’Anna. Mister Castellucci prova a scuotere i suoi sostituendo l’evanescente Longoni con l’ex di turno Grezio. Il cambio però non sortisce nessun effetto e al 71′ il contropiede del Marcianise è moortifero: stupenda l’azione di Citro che da vero funambolo ubriaca Mannone e lascia partire un diagonale dal limite dell’area che si insacca nel palo più lontano ed è 3-1. La partita sembra chiusa ma il cuore dei corallini è enorme e al 70′ ecco il jolly di Perna che ricevuta una palla a campanile da Manzo, calcia a volo di destro trovando l’incrocio dei pali sorprendendo anche Imbimbo firmando il 3 a 2. La partita non è finita qui perch√© mister Foglia Manzillo in pochi minuti effettua in maniera scaglionata tre cambi ed è l’ex Allegretta a due minuti dal termine a calare il poker su suggerimento del capitano Ciano. Titoli di coda? Nemmeno per sogno. Non passano nemmeno due minuti e al 90′ dopo una punizione battuta da Moxedano che colpisce la traversa, la palla ritorna in area ed ancora il solito Perna lesto in tap-in ad accorciare con il terzo gol personale e della Turris che vale il 4-3 ed accende il finale. Non bastano però i cinque minuti di recupero ai corallini per firmare quella che avrebbe avuto i crismi di una clamorosa rimonta. Alla fine vince meritatamente la squadra più forte vista in campo oggi, il Marcianise di Foglia Manzillo. Il sogno continua e come per magia ora la capolista del girone H andrà a sfidare in coppa Italia la corazzata del girone I: il Savoia di Mister Feola. Appuntamento dunque al “Giraud” di Torre Annunziata mercoledi sera ore 20:30, lo spettacolo con questo Marcianise ovviamente è assicurato. Salite sulla giostra e buon divertimento. Adelante Nise

Paolo Rusciano

curvamarcianise

Condividi