Maratona. Show in Costiera, Di Cecco si aggiudica la 7^ Coast to coast

Con un dominio dall’inizio alla fine, il chietino Alberico Di Cecco correndo in 2h 35′ 31” si è aggiudicato la settima edizione della Coast to coast-Maratona della Costiera, che ha visto al via oltre 1800 atleti provenienti da tutto il mondo. Una grande performance individuale per una manifestazione che ha raggiunto il massimo apice della sua storia, con migliaia di spettatori sia alla partenza di piazza Tasso che lungo tutto il percorso. Ed è stata tripletta italiana sul podio visto che al secondo e al terzo posto si sono piazzati il bresciano Tito Tiberti che è arrivato a 11 minuti dal vincitore (2h 46’21”) e l’abruzzese Antonio Bucci che ha chiuso in 2h 47′ 46”. La maratona femminile è stata vinta dalla laziale Fabiola Desiderio. Il vincitore Alberico Di Cecco ha un curriculum di gran livello in maglia azzurra con l’Olimpiade di Atene e due Mondiali nel palmares.

La manifestazione organizzata dall’A.S.D. Coast to Coast e dall’A.S.D. Napoli Nord Marathon aveva previsto due gare: la Sorrento Positano Marathon (Sorrento‚Äì Positano‚ÄìSorrento) di km 42,195, inserita nel calendario nazionale FIDAL, e la Sorrento Half Marathon di km 21,097 che ha visto la vittoria di Gilio Iannone in 1h 11′ 31” (Alpi Apuane) mentre la mezza maratona sempre al femminile ha visto al primo posto la forte maghrebina Malika Ben Lafkir del Team Caivano (1h 17′ 27”).

Entusiasta l’organizzatore Maurizio Marino: Abbiamo creduto in questa manifestazione, portandola ad altissimi livelli di partecipazione. Adesso speriamo che le istituzioni ci aiutino a farla diventare la più bella maratona del mondo. E il salto di qualità per la Coast to coast per proiettarla in una dimensione internazionale ci sono, come testimonia Carlo Capalbo, il guru italiano dell’organizzazione di maratone internazionali, tra cui la prestigiosa Maratona di Praga. Questa corsa è un piccolo gioiello che può e deve ancora crescere all’estero, ha un potenziale enorme vista la location unica al mondo e dunque darò una mano per promuoverla ancora di più e farla rientrare tra le grandi maratona europee.