LuVo Arzano. Alle ragazze di Piscopo l’onore delle armi, vince il Melendugno

MELENDUGNO 3

LUVO BARATTOLI ARZANO 2

(17-25; 24-26; 25-21; 25-20; 15-10)

Volley Melendugno: Kostadinova 13, Mileno 3, Greco 6, Albanese 2, Albano 13, Luraghi (L), Morone 26, Antignano 9, Alikaj 4, Tamborino (L). Non entrte: Pettinari e Basciano. All. Taurisano

Luvo Barattoli Arzano: De Siano 22, Piscopo (L), Passante 7, Aquino12, Suero 12, Palmese 10, Michelini 8, Mautone, Laezza 2, Lavagna. Non entrate: Andretti e Putignano. All. Piscopo A.

Arbitri: Marcello Rutigliano e Denise Bianchi

Note. Durata set: 22′; 28′; 28′; 28′, 15′. Battute sbagliate Arzano: 15; Battute punto Arzano: 8, Muri: 7. Battute sbagliate Melendugno: 14, Battute punto Melendugno: 10. Aces Melendugno: 8.

OTRANTO – Punto d’oro per la Luvo Barattoli Arzano in casa del Melendugno. La squadra di coach Piscopo finisce la benzina sul più bello e cede al tie-break dopo aver accumulato un meritatissimo doppio vantaggio. Resta la soddisfazione di aver fatto tremare una delle squadre più forti del campionato. Matura anche la convinzione di potersela giocare contro ogni tipo di avversario con grinta, determinazione cercando di giocare anche una bella pallavolo.

Devo fare i complimenti a tutte le ragazze -spiega coach Piscopo- hanno fatto bene a crederci fin dal primo punto ed hanno giocato una buona gara. Per come si sono messe le cose in campo abbiamo anche sperato di riuscire a fare bottino pieno. Avevano di fronte una squadra costruita per vincere, con giocatrici di grande esperienza ed hanno fatto tutte la loro parte”.

Luvo Barattoli Arzano in campo al completo ma soprattutto senza timori reverenziali. In avvio del primo set, entrambe le squadre sfruttano molto il servizio per mettere in difficoltà l’avversaria. Ne viene fuori un botta e risposta che tiene a lungo il parziale in equilibrio (9-9). Il primo break è di marca arzanese (9-13), dopo belle giocate del collettivo ospite coach Taurisano corre ai ripari chiamando a raccolta le sue ragazze.

Suero e De Siano (22 punti totali) insistono portando a +7 il vantaggio (10-17). Poco dopo Taurisano blocca ancora (11-19) ma nemmeno i cambi mutano il volto del parziale. Chiude Arzano sul 17-25.

Impresa da applausi nel secondo set. Il Melendugno parte a razzo ma non spaventa coach Piscopo (4-0) che blocca il tempo e rimette la squadra in campo col verso giusto. La Luvo Barattoli Arzano riequilibra il punteggio sul 7 pari e resta incollato fino al nuovo passaggio a vuoto (15-12).

Per Melendugno è impossibile approfittarne anche perché l’Arzano gioca bene e non ha difficoltà a restare in partita. Sembra avercela fatta sul 24-22 ma ancora non basta. Un muro di Passante vale il 24 pari e sono le ospiti a non fermarsi più: 24-26.

Nel resto dell’incontro l’Arzano non ha più la lucidità iniziale ma continua comunque a farsi valere ed a spaventare Kostadinova e compagne.

In affanno le ospiti nel finale del terzo set 20-16, va storta qualche palla e Melendugno allunga. Questa volta il vantaggio è sufficiente per accorciare le distanze 25-21 con l’ultimo punto che arriva grazie ad un attacco spedito fuori dall’ottima Palmese.

Anche il quarto set si risolve nel finale 25-20 e la gara arriva al tie-break, il secondo consecutivo per le padrone di casa.

Nell’ultimo parziale le cose migliori della Luvo Barattoli Arzano arrivano a giochi già fatti, fra le quali i due splendidi aces di Sara Laezza. La giovane esordiente, proveniente dalla Phoenix Caivano, li mette a segno con il piglio della veterana. Ma non basta finisce 15-10. Sabato prossimo altra rivale storica: al PalaRea arriva il Cerignola.