Lollo Caffè Napoli C5. Contro la Cogianco va in scena il ‘derby dei cugini’

L’album dei ricordi, quando lo apri, vorresti non chiuderlo più. I primi calci ad un pallone per le strade di Bagnoli. Le vacanze insieme, quando le estati sembravano non finire mai. Quelle domeniche che cominciano a tavola e finiscono, sempre, nel campetto spelacchiato e sgangherato dietro casa. La corsa nel traffico per arrivare in tempo allo stadio, in dieci dentro una 500 cabrio. L’infanzia di Pietro Foderini e Francesco D’ario è questa qua: figli di due sorelle gemelle, sono cresciuti insieme, legati dal filo rosso di un pallone che rimbalzava e che oggi, a distanza di qualche anno, continua ad accomunarli e dividerli. Per loro, dirigenti sulla sponda opposta, Lollo Caffè Napoli-Carlisport Cogianco non sarà una partita come le altre ma sarà, a tutti gli effetti, un derby.

Negli scontri diretti non mi segno mai il risultato, perch√© da buon napoletano sono scaramantico ‚Äì esordisce cos√¨ Francesco D’ario, che ha cominciato la sua avventura nel futsal che conta nel 2001 col Latina ed oggi è il direttore sportivo della Carlisport Cogianco -. Come finirà? Ve lo dico sabato alle 20‚Ķ. Nelle sfide contro è in vantaggio lui, ma sabato inizia la mia rimonta ‚Äì replica Pietro Foderini, che invece ha iniziato dalla Real Bagnolese, ha proseguito nel Real Napoli ed oggi è nei quadri dirigenziali azzurri -. Sicuramente, però, a fine gara io e Ciccio ci abbracceremo.

Il futsal come filigrana costante della loro vita. Oggi più che mai è un legame che li spinge a cementare il loro rapporto. Ci sentiamo spesso. Parliamo di avversari e prestazioni e ovviamente parleremo tanto anche del nostro derby in famiglia- racconta D’Ario -. E’ una partita difficile per noi. Anche se il Napoli sarà a ranghi ridotti, resta sempre una squadra temibile perch√© ha una grande dote: la cazzimma. Il futsal ci ha permesso, in questi anni, di rendere ancora più speciale il nostro rapporto- conferma Pietro Foderini- e chissà, magari in futuro metteremo in piedi qualcosa per andare a scovare talenti in giro per l’Italia e all’estero.

Cosa ruberebbe Francesco a Pietro e viceversa? Intanto i tre punti sabato- sorride Francesco- e poi l’opportunità di vivere ogni giorno una città fantastica come Napoli. Confermo- dice Pietro ‚Äì gli strapperei la vittoria e gli ruberei un po’ di tempo per organizzare di nuovo una vacanza insieme.
Pietro vs Francesco: che il derby dei cugini abbia inizio…

UFFICIO STAMPA LOLLO CAFFE’ NAPOLI

Condividi