“La voce Squillante”. Frattese-Sicula Leonzio commentata dal tecnico

I nerostellati di Di Costanzo nel pomeriggio di ieri ha affrontato la capolista Sicula Leonzio. Sugli spalti dello stadio Ienniello c’era un tifoso d’eccezione. Stiamo parlando del tecnico Gigi Squillante, che in esclusiva per la nostra redazione ha commentato la sfida tra la Frattese e i siciliani della Leonzio: “E’ stata una bella partita molto vivace. Di Costanzo è partito con un 4-3-2-1 lasciando Costanzo in panchina e schierando un centrocampo a rombo, mentre gli uomini di Di Mauro -Cozza era squalificato- sono partiti con il canonico 4-3-3. La Sicula Leonzio poteva fare gol subito e infatti ci mette poco la formazione bianconera e trovare il vantaggio. D’Amico e Catinali hanno illuminato la gara per tutto il tempo. Infatti il gol del vantaggio degli ospiti è arrivato proprio dai piedi di D’Amico che calcio un corner sugli sviluppi del quale Ricciardo trova il vantaggio. La Frattese prova a fare gioco ma il portiere della Sicula Leonzio non è mai realmente impegnato fino alla metà del primo tempo quando la Frattese trova il pari con il Silvestro servito molto bene da Dalt. Dopo il pari la Siula Leonzio ha iniziato a macinare gioco con i giocatori sopracitati, tant’è che pochi minuti dopo è arrivato il raddoppio di Gallon. Alla fine del primo tempo gli ospiti hanno dovuto rinunciare ai due marcatori per infortunio. L’ingresso di Assenzio alla Sicula ha portato un po’ più di sprint, cos√¨ come l’ingresso di Costanzo e il conseguente cambio modulo al 4.2.3.1 ha fatto s√¨ che la Frattese trovare un po’ più di piglio nella fase offensivo. I nerostellati hanno avuto un vero e proprio predominio territoriale, perchè però è servito a poco perchè sono state poche le azioni pericolose. Non ho mai visto la Sicula soffrire veramente l’iniziativa della Frattese. Allo Ienniello è stata messa in scena una vera e propria di forza da parte della capolista, che comunque ha visto violato il suo campo. Moolto più belli i bianconeri in questa partita che in quella contro la Turris. Però, credo, che alla fine vincerà la Cavese, non perchè sono campanofilo, ma perchè vedo la squadra di Longo più completa e solida. La Frattese ha espresso buon gioco, ma era stata creata per vincere. Tempo fa dissi che il cambio allenatore non aveva portato i frutti sperati, ora lo confermo”.

Cristina Mariano

Condividi