Juve Stabia. Le ultime sulle Vespe

Nella giornata di ieri 19 luglio la Juve Stabia ha fatto la prima sgambata al Romeo Menti sotto la guida di Gennaro Iezzo, neopraparatore dei portieri gialloblu, e di Mauro Isetto, secondo di Braglia che invece attenderà la squadra a Cascia per il ritiro vero e proprio. Della rosa attualmente a disposizione del Mister, fatta eccezione per il brasiliano Mezavilla che si aggregherà ai compagni all’inizio della prossima settimana, mancavano soltanto il difensore Vinci e gli attaccanti Bruno e Cellini, da tempo nella lista dei trasferibili e quindi non convocati. In porta il duo formato da Branescu e Viotti sembra già essere molto affiatato, mentre il giovane Vitiello (18 anni ad ottobre!) deve cercare di imparare quanto più possibile. La difesa sembra essere al completo, dopo le ufficializzazioni di Zampano e Di Nunzio, che si aggiungono a Ghiringelli e Ciancio arrivati qualche settimana fa, anche se si sta sempre cercando di piazzare Figliomeni che non sembra più rientrare nei piani dell’allenatore. A centrocampo gli arrivi dei giovani Djiby e Doninelli (per lui si tratta di un ritorno), completano un reparto già reso affidabile da Capitan Caserta e dal brasiliano Mezavilla, cui si aggiunge il rumeno Suciu anch’egli tornato in prestito dopo l’esperienza dell’anno scorso. Forse ci sarà qualche operazione in uscita, come testimoniano le continue voci su Zito, ricercato da molti club di serie B (Padova ed Avellino su tutti). In attacco il punto fermo resta Di Carmine, cui si aggiunge il giovane nazionale del Gambia Sowe preso in prestito dal Chievo. Si attendono a giorni le ufficializzazioni per i prestiti di Diop dal Torino e di Beltrame dalla Juventus, mentre nelle ultime ore al patron Manniello sarebbe stato proposto il giapponese Yoishiro Kakitani, ventitreenne attaccante in forza ai Cerezo Osaka.

Condividi