Juve Stabia. Già si pensa al futuro, Mezavilla: “Situazione incerta”

In casa gialloblu si comincia già a pensare alla prossima stagione, sul tavolo dei rinnovi alla Juve Stabia c’è anche quello di Mezavilla, il carioca è in scadenza di contratto: “Già la scorsa estate scorsa chiesi di rinnovare, poi si è finiti a parlare di un’eventuale cessione. A dicembre c’è stato un nuovo tentativo, ma nulla di fatto, poi l’infortunio a gennaio ha complicato tutto. Voglio restare ma cerco le giuste garanzie, ad oggi non ho nessuna certezza. Dopo alcuni anni in maglia stabiese, il centrocampista prova a tracciare la linea: Non ci sono grandi differenze col passato, sia per organizzazione che per squadra, ma ci sono troppi errori e in questa categoria si pagano caro, nonostante pochi avversari ci hanno messo sotto. E’ solo colpa nostraora dobbiamo chiudere con onore la stagione, dovremo farlo per i nostri tifosi che non meritano una delusione simile

A pagare caro non è soltanto la classifica delle vespe, la società stabiese è stata multata dal Giudice Sportivo con un’ammenda di 10.000 ‚Ǩ, a causa del comportamento irriguardoso di una frangia ristretta di tifosi. Ecco il comunicato: “Ammenda di ‚Ǩ 10.000,00 : alla Soc. JUVE STABIA per avere suoi sostenitori, al 39¬∞ del secondo tempo, attinto con alcuni sputi i componenti della panchina aggiuntiva avversaria costringendoli a ripararsi sotto la panchina principale; per avere inoltre suoi sostenitori, al 23¬∞ del secondo tempo, lanciato una bottiglietta di plastica verso un calciatore della squadra avversaria senza colpirlo; recidiva specifica reiterata; entità della sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza”.