Juve Stabia-Cavese 2-0. Il derby si tinge di gialloblù, metelliani ancora sconfitti

JUVE STABIA (4-3-3): Tomei, Codromaz, Mulè, Troest, Rizzo, Scaccabarozzi, Bovo, Vallocchia, Mastalli, Bubas, Fantacci. ALL. Padalino

CAVESE (4-3-3): Bisogno, Marzupio, Semeraro, Zedadka, Vivacqua, Tazza, Esposito, Migliorini, De Franco, De Paoli, Nunziante. ALL. Giacomo Modica

La Cavese priva dello squalificato “uomo-trainante” Russotto, scende in campo al Romeo Menti di Castellammare facendo largo ricorso al turnover. Difesa con Marzupio e Semeraro per Matino e Ricchi, centrocampo con il rientro di Esposito dopo i postumi dell’infortunio e dal primo minuto Zedadka e Migliorini, attacco con il rientro di Nunziante e dal primo minuto Vivacqua e De Paoli. Dura fino al ’15 del secondo tempo una partita ben giocata dalla Cavese fin quanto è stato possibile. Ultimo cambio, fuori Semeraro per Oviszach.

‘ 14 Cross di Tazza in proiezione offensiva e colpo di testa di un contrastato De Paoli, palla poco pericolosa.

‘ 21 Vivacqua spara alto un tiro dal limite dell’area al termine di una buona azione corale della Cavese.

’ 23 La Juve Stabia perviene al tiro con Vallocchia dai 25 metri, sfera che sorvola la traversa.

‘ 27 La Cavese rimane in dieci con un fallo inutile da seconda ammonizione di Zedadka.

‘ 30 Si desta la Juve Stabia colpo di testa alto di Rizzo in area.

‘ 31 Tiro senza pretese di Esposito dai trenta metri.

’ 32 Fantacci per la Juve Stabia tira di sinistro alto dal limite dell’area.

’ 36 Mastalli ancora per i locali, tiro alto.

Poco altro tra le due contendenti, si va negli spogliatoi dopo due minuti di recupero. Incommentabile l’espulsione di Zedadka, tre espulsioni in 4 partite per gli uomini di patron Santoriello. Al rientro dagli spogliatoi nessuna modifica sugli effettivi per Modica. Le prime sostituzioni al ’20 con l’ingresso di Matino e Pompetti al posto di Migliorini ed Esposito. Poi al ’25 gli ingressi di De Rosa e Montaperto per De Paoli e Vivacqua.

‘ 6 Bubas è l’autore del primo tiro fuori dallo specchio della porta dei locali.

‘ 15 Mastalli da specialista dei calci piazzati, segna la rete su calcio di punizione.

‘ 34 Con Rizzo ancora su calcio di punizione la Juve Stabia cerca di impensierire la Cavese.

‘ 42 Oviszach al ’43 per l’unica occasione di tutta la partita degna di nota per gli aquilotti, miracolo Tomei.

’49 Nel più classico dei contropiedi raddoppio di Vallocchia, servito da Golfo.

Nonostante un primo tempo di supremazia di gioco ante episodio dell’espulsione e un importante azione continua di contenimento dell’avversario per tutti i novanta minuti, Modica viene mortificato nel risultato dall’ennesimo gesto inconsulto di un suo atleta. La classifica è sempre più anemica, domenica il Monopoli al Lamberti, un’ulteriore sconfitta complicherebbe ulteriormente il cammino in campionato.

ANDREA LIGUORI