Juve Stabia. Baldini rifiuta l’offerta delle vespe

Non sarà Silvio Baldini a guidare la Juve Stabia in occasione della prossima stagione di Serie C. Sembrava ormai tutto definito per l’approdo sulla panchina gialloblù dell’allenatore ex Empoli, ma in queste ultime ore la trattativa è praticamente saltata a causa proprio di un inaspettato dietrofront dell’esperto tecnico. La società termale del presidente Andrea Langella ha provato in tutti i modi a convincere Silvio Baldini a prendere in mano le redini della squadra in vista della nuova stagione, presentando un’offerta concreta e molto allettante. Avance che lo stesso trainer classe 1958, dopo aver avuto un confronto con la società campana in quel di Castellammare, ha rispedito al mittente, rifiutando per motivi personali.

Proprio Silvio Baldini ha spiegato nello specifico la causa del suo declino relativo all’offerta presentata dalla Juve Stabia: “E’ vero, la Juve Stabia mi ha fatto una proposta concreta e hanno fatto di tutto per convincermi ad affrontare la nuova stagione con loro. Abbiamo parlato, sono stato a Castellammare di Stabia ed è una città straordinaria. Mi ha fatto piacere avere avuto l’opportunità di conoscere, e li ringrazio tutti, il presidente Andrea Langella, il socio Giuseppe Langella e l’amministratore Avvocato Vincenzo Todaro oltre a rivedere il mio amico, il direttore Giuseppe Pavone. Purtroppo non posso accettare, pur avendo avuto l’opportunità di ascoltare le ambizioni societarie. Dopo la mia ultima esperienza, ho deciso di prendermi un periodo di pausa, che non so quanto potrà durare, ma mi ha spinto a rinunciare così alla possibilità di poter fare un’esperienza in una città bella come Castellammare di Stabia. Auguro alla Juve Stabia ogni bene possibile e farò il tifo per loro, con la speranza che i progetti societari possano essere tutti raggiunti”.

Nunzio Marrazzo