Italia-Nigeria 2-2. Gli azzurri soffrono di pareggite

Sul prato del Craven Cottage di Londra, casa del Fulham, l’ Italia chiude il suo 2013 con un pareggio. Gli azzurri impattano per 2-2 con la Nigeria, altra qualificata per i Mondiali di ‚ÄòBrasile 2014′, sprecando nella ripresa diverse occasioni da rete, compresi i legni presi da Parolo e Diamanti. Prandelli schiera una Nazionale diversa rispetto a quella che ha pareggiato 1-1 con la Germania a Milano. Sirigu per Buffon in porta, Thiago Motta per l’indosponibile De Rossi, non c‚Äòè Pirlo e Candreva è sulla tre-quarti, prove mondiali per la coppia d’attacco Balotelli-Rossi. Una punizione di Moses, al 3′, fa venire un brivido agli azzurri, che fanno la partita con tocchi di prima e velocità d’esecuzione. Giaccherini cade in area dopo il dialogo con Rossi e si lamenta un pò ma è al 12′ che l’Italia va in vantaggio: Balotelli lavora un gran pallone per Rossi, che con un pizzico di fortuna insacca alle spalle di Ejide. Dopo una partenza sprint l’Italia tira un pò il fiato e la Nigeria ne approfitta per farsi vedere con una botta dalla lunga distanza di Onazi, deviata coi pugni da Sirigu. Montolivo al 23′ tenta la scivolata, Balotelli al 32′ non finalizza al meglio una gran ripartenza azzurra, trovando pronto Ejide. Al 35′, però, c‚Äòè il pari nigeriano con uno stacco di Dike, che si libera in maniera poco ortodossa di Pasqual. Moses, al 38′, sfiora il bis con un tiro di Moses ‚Äòsporcato’ da Ranocchia ma gli africani spingono e, al 39′, trovano il 2-1 con una splendida conclusione al volo di Ameobi. Prima del riposo, gran numero di Balotelli su cui Ejide si salva come può. Nella ripresa, dopo 1′ Ejide è super su Balotelli e al 2′ Giaccherini sigla il 2-2 su assist di Candreva. Prandelli getta nella mischia Diamanti, Pirlo e Parolo e proprio il parmense ha due grandi chance: al 14′ si divora il tap-in su splendida punizione di Pirlo, al 16′ prende il palo. Si susseguono i cambi (dentro anche Cerci e Poli), Sirigu si esibisce su Ogu al 29′ e Balotelli, al 32′, svirgola un cross di Maggio, poco prima dell’ennesima palla gol per Parolo. Al 40′, traversa di Diamanti su punizione, al 42′ Parolo trova ancora l’estremo africano: l’incontro termina dunque sul 2-2.
(Italpress.com).