Isola di Procida. Iovine presenta la nuova stagione: “Non molliamo”

Reduce da un campionato positivo, in cui ha avuto la meglio la voglia di non mollare, l’Isola di Procida inizia a programmare la prossima stagione.

Partita la campagna di rafforzamento, i biancorossi del tecnico Giovanni Iovine sono partiti con le conferme. Nei giorni scorsi infatti sono stati ufficializzati i rinnovi di Giovanni Cibelli, Ciro Saurino, Fabrizio Muro e nella giornata di ieri di Giorgio Russo.

In attesa degli ultimi annunci e dei primi innesti la nostra redazione ha contattato telefonicamente il tecnico dei biancorossi Giovanni Iovine, con il quale è stata presentata la prossima stagione del Procida: “La nostra intenzione è quella di confermare lo zoccolo duro over della scorsa stagione, ma aspettiamo l’arrivo do nuovi under. Come lo scorso anno punteremo molto sui giovani e sugli under. Mancano ancora un pio di pedine per il parco over e poi ci concentreremo per cercare tre o quattro 2001 importanti che quest’anno sono fondamentali”.

Per quanto riguarda gli obiettivi: “Vivremo domenica per domenica. Come lo scorso anno, con una rosa come la nostra con tanti giovani è impossibile fare voli pindarici. Partiamo dalla salvezza ma sicuramente non vogliamo mollare e non vogliamo fare brutta figura. Lo scorso anno abbiamo avuto una lunga striscia positiva che ci ha permesso di concludere nella zona alta della classifica ma di certo non era quello l’obiettivo iniziale. In più quest’anno si aggiunge un nuovo problema, quello con il campo”.

Entriamo nello specifico della questione: “Quest’anno lo Spinetti non sarà disponibile per alcuni lavori che dovranno essere fatti, quindi ci aspetta un anno un po’ tribolato. Probabilmente giocheremo e ci alleneremo a Ischia. Sarà un campionato itinerante per l’isola verde. Il Comune aveva indetto una gara d’appalto, ma non si è presentato nessuno. O meglio si è presentata una sola società che però non ha fatto una proposta congrua. Quindi a inizio settembre ce ne sarà una nuova. I lavori probabilmente inizieranno il prossimo ottobre e da quel momento non avremo più il campo a disposizione. Questo limita i nostri obiettivi, ma come ho detto non abbiamo nessuna voglia di mollare”.

Cristina Mariano