Inter-Empoli 2-0. Pioli: “Abbiamo fatto una buona partita”

Il tecnico dell’Inter dopo la vittoria contro l’Empoli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Mediaset Premium dicendo: “Dobbiamo motivarci e stare attaccati alle ambizioni, trovando gli spunti adatti. Settimana attenta e determinata, abbiamo fatto una buona gara contro un buon avversario. Potevamo concedere meno, ma abbiamo reagito dopo una settimana difficile. Juve-Inter è alle spalle da luned√¨ scorso”.

“La tabella Champions in palestra ad Appiano? Ogni settimana cerchiamo di porci degli obiettivi e rendere più stimolante il nostro lavoro, sappiamo che sarà difficilissimo ma dobbiamo provarci fino alla fine e tentare di vincerle tutte. Stiamo diventando competitivi”. Poi il mister nerazzurro parla del talentuoso Gagliardini: “Ha potenzialità per diventare un leader, è sotto gli occhi di tutti con quale semplicità e personalità si sia inserito in un club importante. Ma il leader devono diventare i nostri principi e filosofia di gioco, cos√¨ riusciremmo ad essere sempre squadra ed è il nostro obiettivo”.
“Io penso al presente e poco al futuro, ma niente al passato. E’ troppo importante costruire qualcosa per questa magnifica società e per i tifosi che ci sono sempre vicino. Dobbiamo restare concentrati, a guardare troppo in avanti si perdono energie. Ora prepariamo la gara di Bologna, al futuro penseremo il 29 maggio. Il futuro è adesso, pensare di essere competitivi e lottare per il vertice”.

Dopodich√© Pioli parla della partita tra Lazio e Milan: “Se tiferò rossoneri? Io tifo Inter, i nostri risultati dipendono da noi stessi. Guarderò la partita, sarà bella, ma ciò che sarà, sarà”. Palacio è uscito arrabbiato dal campo : “Ce l’aveva col fatto che si poteva far meglio e mi piace questo atteggiamento, in fase offensiva sul 2-0 voleva più palloni. Bene cos√¨, vuol dire che ci sono motivazioni”. Il tecnico dell’Inter conclude parlando di Icardi: “Mauro è un grandissimo giocatore, non vedo l’ora di riaverlo in campo, ma ci sono anche tanti altri giocatori ottimi. Anche oggi abbiamo dimostrato di poter crescere e competere con le più forti”.

 

Nunzio Marrazzo