Il Faiano riparte da Serrapica, sarà il nuovo allenatore

L’U.S. Faiano 1965 comunica che il ruolo di allenatore della prima squadra per la stagione 2022/2023 è stato affidato a Giovanni Serrapica. Il tecnico di Pompei, nato nel 1981, è la scelta della società per garantire una figura giovane ma allo stesso tempo di esperienza alla guida della squadra. Serrapica ha allenato con ottimi risultati per due anni il Sant’Agnello, conquistando una salvezza prima e un ottimo piazzamento nella stagione prima dello stop per pandemia.

Nel campionato scorso ha invece guidato il Buccino, sfiorando i play-off con la squadra rossonera. Serrapica, ex calciatore professionista, ha avuto una lunga carriera da calciatore tra professionisti e dilettanti. Cresciuto nel settore giovanile del Parma, ha esordito in C2 con il Prato. Successivamente ha vestito le casacche di Albinoleffe in serie B, poi Sassuolo, Pro Vercelli, Paganese, Pizzighettone, Nocerina, totalizzando oltre 200 presenze tra i professionisti.

In Campania ha vestito le maglie di Cavese, Battipagliese, Sorrento e Sant’Agnello, dove ha chiuso la carriera per iniziare quella da allenatore. Queste le prime dichiarazioni di Serrapica da allenatore del Faiano:

“Sono molto contento di entrare a far parte della famiglia biancoverde. La cosa che più mi ha colpito è stata la tenacia e l’idea di ripartire da parte della società. In queste settimane ho avuto modo di conoscere tutti i componenti di questa società, a partire dalla famiglia Pappalardo con Guido e i nipoti Raffaele e Domenico, fino ad arrivare al vicepresidente Antonio Villecco. Sono rimasto colpito dalla loro organizzazione societaria e dalle loro motivazioni.

Mi ha colpito soprattutto la tenacia del direttore Landi, che ha fatto di tutto per avermi qui appena terminati i campionati. In primis il nostro obiettivo è la salvezza, cercheremo di creare un gruppo variegato composto da giovani e da elementi di esperienza per la categoria. In questo momento le parole servono poco, serve solo mettersi subito al lavoro sia sul campo che fuori per raggiungere prima possibile i nostri obiettivi”.