Hermes Casagiove. . Del Prete mette in ginocchio La vicecapolista Boys Caivanese

Apoteosi Pasta Reggia Hermes Casagiove. Nonostante niente e nessuno avesse scommesso un euro sulle possibilità di vittoria, la matricola giallorossa conquista un trionfo stupendo contro la vicecapolista Boys Caivanese col punteggio di 2-1. L’affermazione contro la corazzata gialloverde è stata ottenuta grazie alla prestazione encomiabile di tutta la squadra, determinata dal primo fino all’ultimo a proseguire la risalita in classifica con quel cuore che solo a Casagiove viene prima di tutto. Mattatore dell’incontro Genny Del Prete che, dopo le due reti contro l’Arzanese, sigla un’altra doppietta, questa volta ancor più decisiva. Grande euforia per l’intero ambiente che dedica la vittoria all’allenatore Domenico Santonastaso, al vice Francesco Santonastaso ed al preparatore atletico Marcio Riccio, dimessosi nella giornata di mercoled√¨ ma anche loro autori di un gran lavoro che ha permesso di raggiungere il successo odierno. In panchina siede il presidente Michele Corsale, il quale bagna con i tre punti la sua prima presenza da allenatore in Eccellenza. Il traghettamento del numero uno casagiovese terminerà in settimana, quando verrà scelto il nuovo allenatore, frutto di un’attenta valutazione della società.

PRE-PARTITA: Come anticipato prima, la settimana dell’Hermes Casagiove è stata funestata dalle dimissioni dell’allenatore Domenico Santonastaso, a cui hanno fatto seguito quelle del vice Francesco Santonastaso e del preparatore atletico Marco Riccio. Vige per questa partita un regime di autogestione, poich√© la società giallorossa si è presa del tempo per prendere la migliore decisione riguardo la figura del nuovo allenatore. In panchina siede il presidente Michele Corsale, orfano degli squalificati Laezza e Picozzi e dell’infortunato Tortora. Il modulo utilizzato è il 4-4-2 con l’inedita coppia difensiva Campana-Perretta. Tra le fila ospiti Amorosetti conferma il 4-3-3, con gli undici titolari che stanno dando non poche soddisfazioni al pubblico caivanese, con un secondo posto conquistato ai danni del Portici. In attacco il trio delle meraviglie composto da Incoronato, Emmausso e Cafaro. Parte in panchina il grande ex Vincenzo Santonastaso, che ha vissuto a Casagiove ben tre annate di grandi emozioni, costellate dalla vittoria del girone A di Promozione e dalla salvezza miracolosa dell’anno scorso sull’Isola di Procida. In campo c’è invece Capobianco, autore di un’annata a Caivano diverse annate fa.

PRIMO TEMPO. Approccio strepitoso dei giallorossi che mettono subito in allerta la Boys Caivanese, facendo capire che non sarà una partita per nulla semplice, nonostante i ventitr√© punti di distacco. Merola & soci hanno in serbo una gran sorpresa e ne danno il primo assaggio dopo cento secondi, siglando l’improvviso vantaggio. Passaggio filtrante di Allegretta per Genny Del Prete che scatta sul filo del fuorigioco e trafigge Ciccarelli con un destro mortifero (2′). Terza rete stagionale per il bomber di Frattamaggiore che esulta insieme ai suoi compagni di squadra. La replica ospite è immediata. Cariello pesca su punizione Incoronato che chiama alla parata Merola con una girata terminata centrale (4′). L’assetto difensivo caivanese ha difficoltà a trovare la giusta quadratura, ne approfitta l’Hermes che si divora il raddoppio al 12′. Genny Del Prete caccia dal cilindro un lancio di quaranta metri per Capobianco che scatta in posizione regolare, arriva in area ed a tu per tu con Ciccarelli, si fa ipnotizzare dal pipelet ospite che salva di piede. La truppa di Amorosetti resta sbigottita dall’atteggiamento locale, penalizzata da un manto di gioco che obbliga a soluzioni diverse rispetto al sintetico di Cardito. La vicecapolista torna a farsi pericolosa al 28′. La conclusione di Gelotto è destinata all’angolino ma Merola si distende sulla sua sinistra e blocca. La Pasta Reggia preme il piede sull’acceleratore e raddoppia al 33′ con il secondo goal di giornata di Genny Del Prete. Show sulla fascia sinistra di Capobianco che si beve tre avversari con finte d’alta classe e mette una palla a giro che Del Prete spinge di testa in rete. Boys Caivanese in panne ed Amorosetti stravolge il reparto avanzato, inserendo Spilabotte e Setola al posto di Cafaro e l’enfant prodige Emmausso (39′). La prima frazione non ha più sussulti, complice la diga a centrocampo di Allegretta e Pascarella ed il sacrificio di un Izzo tornato finalmente ai suoi livelli. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 2-0 per l’Hermes Casagiove.

SECONDO TEMPO. La Pasta Reggia del team manager Salvatore Saldamarco torna in campo con la consapevolezza che l’inizio della ripresa verrà caratterizzato dalla reazione dei caivanesi di Amorosetti. L’assalto inizia da subito e viene finalizzato nell’azione che conduce al penalty. In un’azione di mischia, Campana arriva con un attimo di ritardo sulla palla ed atterra Scarparo: dal dischetto Cariello calcia magistralmente e riapre la gara, nonostante l’intuizione di Merola (56′). Il goal rivitalizza la Boys Caivanese che si butta a capofitto nell’area locale, con l’intento di pareggiare. Le occasionissime per riequilibrare l’incontro giungono ambedue al 67′. Prima Caiazza svirgola a lato un’incornata da pochi passi, poi Scarparo crossa per Incoronato che sale sull’ascensore e di testa colpisce a botta sicura: Merola è battuto ma a salvarlo c’è il palo che dice di no. Nel finale, nella parte cruciale di una partita immensa, la retroguardia giallorossa, priva del tandem titolare Laezza-Tortora, vive della giornata di grazia dei centrali Perretta e Campana e dei due talentuosi under Mirto e Buonanno, abili ad imbrigliare con ottimi posizionamenti Spilabotte. In panchina Michele Corsale è una furia e sbraita continuamente con i suoi ragazzi, incoraggiandoli a non mollare. Cariello ci prova dai ventisette metri ma la sua punizione sorvola la traversa (73′). L’Hermes del ds Massimo Lombardi è caparbia ed in ripartenza Capobianco è bravo a farsi atterrare al limite dell’area da un Caiazza già ammonito: l’arbitro non vuol sentire spiegazioni ed estrae il secondo cartellino giallo per il difensore che lascia anzitempo la contesa (78′). Sulla punizione susseguente Ciccarelli para in tuffo il calcio piazzato dello stesso Capobianco. La Boys Caivanese resta addirittura in nove all’82’ per l’espulsione diretta di Fabio Del Prete, colpevole secondo il primo assistente di un fallo cattivo su Campana. L’Hermes non ne ha più e si difende a denti stretti fino all’ultimo dei sette minuti di recupero comminati dall’arbitro. Il tiro sporco di Incoronato è l’ultimo brivido di una gara che la Pasta Reggia Hermes Casagiove vince, tagliando le gambe alla seconda forza del campionato.

Tabellino: PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE-BOYS CAIVANESE = 2-1 (parziali: 2-0; 0-1)

PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE: Merola, Buonanno, Mirto, Pascarella, Perretta, Campana, Izzo (86′ Scognamiglio), Allegretta, Del Prete Genny (74′ Desiato), Capobianco, Capissi (64′ Sparaco). In panchina: De Rosa, Puzone, Malasomma, Zinocchi. Allenatore: Michele Corsale

BOYS CAIVANESE: Ciccarelli, Castaldo, Del Prete Fabio, Scarparo (78′ De Stefano), Caiazza, De Fenza, Cafaro (39′ Spilabotte), Gelotto, Incoronato, Cariello, Emmausso (39′ Setola). In panchina: Viola, Verdone, Santonastaso, D’Abronzo. Allenatore: Ciro Amorosetti

RETI: 2′ Del Prete Genny (P), 33′ Del Prete Genny (P), 56′ Cariello su rig. (B)

ARBITRO: Francesco Paolo D’Errico della sezione di Nocera Inferiore (assistenti: Mariano Izzo di Torre del Greco e Danilo Brandi di Napoli

NOTE: Ammoniti: Buonanno, Campana, Capissi, Capobianco, Merola (P); Cafaro, Caiazza, Gelotto, Emmausso, Incoronato (B). Espulsi: Caiazza, Del Prete Fabio (B). Angoli: 1-5. Fuorigioco: 8-1. Recupero: 2 nel primo tempo; 6 nel secondo tempo. Spettatori: 250 circa