H.Casagiove. Fuori dalla Coppa, Casaccio: “Meritavamo di più”

L’Hermes Casagiove esce a testa alta dalla Coppa Italia. La prestazione degli atleti scesi in campo soddisfa quasi pienamente l’allenatore Vincenzo Casaccio, il quale non nasconde il suo rammarico per un’eliminazione che poteva essere evitata con un pizzico di attenzione in più. Purtroppo negli ultimi minuti del match, non è arrivato il goal che avrebbe regalato la qualificazione a Monaco&soci: i tentativi sia di Brustia che di Dell’Aquila sono stati neutralizzati dal portiere locale Gaglione che non ha permesso alla truppa giallorossa di strappare il pass per gli ottavi di finale. A porre fine all’avventura in Coppa Italia del team del diesse Roberto Corsale è il punteggio di 3-1, conseguito sotto la pioggia incresciosa al Vincenzo Magnotti di Cicciano, che ha ribaltato l’1-0 dell’andata. Senza peli sulla lingua, il tecnico casagiovese Vincenzo Casaccio non digerisce l’eliminazione, esprimendo la sua valutazione: Non credo si sia qualificata la squadra migliore. Una serie di episodi ha favorito il Cicciano ma, mettendo assieme le prestazioni del doppio confronto, non ho problemi nel dire che loro non abbiano affatto meritato la qualificazione. Su tutti cito la pioggia che ha svolto un ruolo da protagonista all’interno della gara. Qualora le gocce d’acqua fossero iniziate a cadere con insistenza sul manto erboso, quando il punteggio era fermo sul 2-1, di certo il risultato non sarebbe più cambiato. Invece abbiamo subito la terza rete di Apicella, quella decisiva, un attimo prima che la tempesta avesse inizio e la nostra replica è stata svantaggiata dalle condizioni climatiche e dalle conseguenti condizioni precarie del terreno di gioco. Nonostante il mancato passaggio del turno, il tecnico Casaccio evidenzia l’ottima risposta avuta da tutti i ragazzi scesi in campo: In campo sono scesi tanti ragazzi che hanno racimolato un minutaggio minore in campionato. Ebbene s√¨, ho ricevuto buonissime indicazioni da tutti gli elementi scesi in campo, i quali hanno dato dimostrazione di essere parte attiva del progetto e non fanno altro che rendere più difficile la mia scelta per le partite di campionato. Lodo tutti perch√© sono stati encomiabili nel fronteggiare una squadra di categoria come il Cicciano, sfiorando di portare a casa una qualificazione che, ribadisco il concetto, avremmo meritato noi. Infine, il trainer di Marcianise apre il discorso sul big match di sabato contro l’Ortese: Non abbiamo neanche il tempo di dimenticare l’uscita di Coppa che ci apprestiamo a preparare la sfida con gli atellani. Inutile piangere sul latto versato; che la sconfitta ci dia maggiori motivazioni per affrontare una delle squadre che concorre con noi per le posizioni di vertice.

Condividi