Guidolin: “Lo Slovan è una squadra tosta, non siamo i favoriti”

Noi favoriti? Nella mia carriera di allenatore non mi sono mai sentito addosso il ruolo di favorito. Ha esordito cosi’ Francesco Guidolin nel presentare la sfida di domani con lo Slovan Liberec, andata dei play-off di Europa Lerague. Oltretutto l’asticella ora si e’ alzata, affrontiamo un avversario gia’ ben rodato, che ha sulla gambe quattro gare europee e cinque di campionato. Lo Slovan ha esperienza, come condizione sta meglio di noi anche se siamo in crescita, anche se stiamo lavorando sodo e siamo pronti per dire la nostra. L’avversario di domani e’ anche terzo nel massimo campionato ceco dietro formazioni dei calibro del Viktoria Plzen e dello Sparta di Praga per cui dovremo dare tutto e come sempre sara’ il campo a emettere il verdetto. Mi auguro ‚Äì ha proseguito il tecnico di Castelfranco ‚Äì che i miei avvertano l’importanza della gara perche’ vogliamo centrare l’obiettivo dopo aver fatto tanta fatica per entrare in Europa. Lo Slovan e’ squadra generosa e’ tosta. Generosa perche’ e’ composta da gente che si sacrifica, tosta perche’ e’ esuberante dal punto di vista fisico. E’ un complesso che non molla mai, contro lo Zurigo ha centrato in rimonta la qualificazione al quarto turno dei play off. La verita’ e’ che l’Udinese dopo aver conquistato in tre anni il quarto, il terzo e il quinto posto, vuole ancora stupire, ma la critica la sta snobbando, non e’ stata equiparata alla sette sorelle. E’ preferibile che l’Udinese parta a fari spenti ‚Äì ha continuato il Guido ‚Äì prima di tutto noi dobbiamo pensare ai quaranta punti per cui avremo sempre due occhi verso il basso della classifica. E’ preferibile essere guidoliniani, cioe’ essere umili, piuttosto che lanciare proclami.
(ITALPRESS)

Condividi