Gubbio-Salernitana 1-1. Apre Ginestra, risponde Moroni

Bella partita quella in scena al “Barbetti” di Gubbio; 1-1 tra i padroni di casa e la Salernitana in quella che è stata una gara da amarcord per Montervino che ritrova Savini e Bucchi suoi “colleghi” a Napoli ed oggi rispettivamente allenatore in seconda e mister del Gubbio.
Partono forti i padroni di casa che cercano di impostare il gioco, ma al 10′ è la Salernitana a sbloccare su rigore trasformato da Ciro Ginestra (per lui 2 gol in 2 partite), dopo un fallo di mano in area di Briganti su tiro dello stesso Ginestra.
Dopo il goal si spegne la Salernitana ed è solo Gubbio, pressing molto scomposto per gli uomini di Bucchi, che però acciuffano il pari sul secondo traversone dalla destra dove Luciani e Molinari steccano lasciando solo Moroni a tu per tu con Iannerilli che di testa insacca.
Al 31′ la Salernitana puo tornare in vantaggio ma un miracolo di Pisseri devia in angolo un colpo di testa piazzato di Ginestra.
Nella ripresa ritmi altissimi con il Gubbio che impone il suo gioco, ma Iannarilli e la difesa granata è ben messa in campo e tiene all’offensiva degli eugubini.
Al 15′ si rivede la Salernitana con un cross malconcio di Luciani, ma la palla si alza troppo al di sopra della rete, pochi minuti dopo è Pasquale Foggia a “mangiarsi” il goal parfita, scatta in posizione regolare ma una volta a tu per tu con Pisseri si lascia ipnotizzare da quest’ultimo.
Sanderra prova a mischiare le carte sostituendo Foggia con Topouzis prima e dopo pochi minuti è Ginestra a lasciare il campo a Guazzo.
Pressing finale con il Gubbio pericolossissimo su due calci d’angolo, dove Iannarilli deve compiere due miracoli per salvare il risultato.
Dopo tre minuti di recupero il sign. Mangialardi di Pistoia manda tutti negli spogliatoi.
Finale da Gubbio 1 a 1 tra campani ed eugubini.

Foto: Sportcampania.it