Gol, spettacolo sugli spalti e polemiche a Palma Campania: la Polisportiva Santa Maria vince e allunga al primo posto

PALMA CAMPANIA (NA) – Big match nell’inedito orario mattutino al Comunale di Palma Campania. Stadio gremito in terra napoletana per la sfida di alta classifica tra la Palmese e la Polisportiva Santa Maria. Disposizione in campo a specchio per entrambi le formazioni, con Sanchez e Pirozzi che schierano i loro undici con il consueto 4-3-3. Il tecnico napoletano si affida al duo difensivo Romano-Petrarca, con il tridente in avanti composto dalla fantasia di Mascolo e Ciccone con Cozzolino punta centrale. Ammaturo costretto ancora alla panchina. L’allenatore ebolitano invece recupera Capozzoli in avanti dopo l’influenza, con Pellegrino e D’Angolo a far coppia “leggera” d’attacco. A centrocampo il palmese Simonetti con Coulibaly e De Sio. In panchina Masocco e si rivede anche Luca Pecora, ancora convalescente dopo il brutto infortunio dello scorso anno. Al 7’ occasione per il Santa Maria su calcio d’angolo di Capozzoli, tiro al centro dell’area per un calciatore cilentano, respinge sulla linea un difensore rossonero. Al 9’ rimessa laterale di Esposito, la palla arriva a Mascolo che tenta il tiro col mancino, Grieco blocca a terra. Poco prima del quarto d’ora punizione dalla sinistra, Petrarca ci prova dall’interno dell’area ma non imprime abbastanza forza e precisione al tiro, arriva poi Olivieri che non riesce a concludere verso la porta, palla in corner. Palla in mezzo da calcio d’angolo e ancora squadra di casa pericolosa in mischia, non va. Al 18’ ci prova Mascolo con una ciabattata da fuori, Grieco blocca a terra. Al 23’ Capozzoli si incunea sulla destra, va al tiro ma trova la pronta risposta di Santangelo che vola e mette in corner. Al 25’ altre proteste per un presunto fallo del portiere giallorosso sul calciatore palmese Ciccone che stava tentando di colpire di testa il pallone, l’arbitro non ravvisa il fallo. Nella concitazione viene espulso il massaggiatore della Palmese dopo un piccolo battibecco con l’allenatore ospite Pirozzi. Alla mezz’ora punizione dalla sinistra di Mascolo, palla deviata in corner dal portiere Grieco. Successivamente tegola proprio per Mascolo, che si infortuna proprio dopo aver calciato la punizione. Al suo posto entra l’irpino Angelo Cioffi. Al 34’ passa la squadra di Pirozzi: Capozzoli porta palla sulla destra, la mette al centro per D’Angolo, tiro che supera l’estremo difensore rossonero e termina in rete. La Palmese chiude in avanti la prima frazione: calcio d’angolo dalla destra di Ciccone palla al centro, tocco di mano di un difensore salernitano in area, è ancora polemiche in campo e sugli spalti per un presunto calcio di rigore non attribuito. Si scaldano gli animi in campo e le squadre si avviano in campo tra le proteste dei giocatori locali. Nella ripresa subito pericolosa la Palmese con il numero 9 Cozzolino, gran sventola da fuori deviata in corner da Grieco. Al 7’ raddoppia il Santa Maria: bella azione dei cilentani, triangolazione tra Pellegrino, Capozzoli e palla che arriva a Coulibaly che supera il portiere con un gran tiro. Dopo quattro minuti arriva anche il tris: altra bella azione manovrata dalla Polisportiva Santa Maria ma in questo caso dormita della Palmese che permette di arrivare al tiro dal limite a Della Torre che supera il portiere con un destro. Il gol ha l’azione di addormentare la gara: la Palmese non riesce a costruire azioni. In effetti da qui in avanti, la gara avrà poco e niente da raccontare. Ci riesce solo al 22’, cross di Cozzolino per la testa di Angelo Cioffi sul secondo palo, palla che termina fuori. Al 37’ ci prova Masocco da fuori, la palla sfiora di poco il palo ed esce. Nei secondi finali di recupero l’arbitro attribuisce un calcio di rigore per un fallo di  Paragano. Gol della bandiera segnato da Aracri dagli undici metri e parapiglia ancora una volta nel finale di tempo: il portiere Grieco colpisce un rossonero che si apprestava a recuperare la palla in area, rosso per lui. Triplice fischio di Shimd di Rovereto, i cilentani possono festeggiare l’allungo sulla Palmese a cinque punti: un importante passo in avanti in chiave vittoria finale per i giallorossi. Gara contornata non da poche polemiche per quanto riguarda l’arbitraggio: i rossoneri recriminano per almeno tre calci di rigore non assegnati dal direttore di gara trentino. Ma alla fine il risultato finale parla chiaro: batosta casalinga difficile da digerire per i locali che smorza l’entusiasmo dei tantissimi tifosi accorsi al Comunale.

TABELLINO

PALMESE: Santangelo 01, Esposito D. 02, Cioffi S. (23’st Russo), Olivieri (12’st Ammaturo), Romano, Petrarca, Ciccone (33’st Palumbo), Prevete 02 (33’st Vilardi 01), Cozzolino, Mascolo (32’st Cioffi A.), Aracri. A disp.: Cibelli 00, Perrella, Cardone 01, Medina 01. All.: Sanchez
POL. SANTA MARIA: Grieco 02, Dentice, Della Torre 02 (25’st Konios 01), De Sio (18’st Landolfi), Fariello, Itri, Coulibaly, Simonetti, Pellegrino (48’st Paragano 02), Capozzoli (30’st Masocco), D’Angolo 00 (25’st Fernando 00). A disp.: Giletta 02, Funiciello 02, Pecora, Chiariello. All: Pirozzi.
ARBITRO: Schmid di Rovereto | ASSISTENTI: Ambrosino di Torre del Greco – Nocera di Nocera Inferiore
RETI: 34’pt D’Angolo (PSM), 7’st Coulibaly (PSM), 11’st Della Torre (PSM), 49’st Aracri su rig. (P)
NOTE: Spettatori 1000 circa. Ammoniti Grieco, Fariello, Itri, Fernando, Pellegrino, Russo (PSM), Ciccone, Prevete, Petrarca, Palumbo (P). Espulso: Grieco (PSM). Angoli Palmese 8 – 4 Santa Maria. Recuperi 1°T: 3’ – 2°T: 5′