Givova Scafati. Sfida play-off a Trento: gialloblu KO ai liberi

Sfida play-off al PalaTrento tra la Givova Scafati e la Dolomiti Energia Trento. Una sfida che premia la determinazione del quintetto di Paolo Galbiati, bravo a non mollare mai, neanche nel momento peggiore. Infatti la Givova Scafati al termine dei 20′ torna a casa con un -4 in classifica dall’Aquila per una sconfitta che brucia parecchio. Termine 84-79, al termine di una gara in cui i gialloblù hanno quasi sempre tenuto il risultato dalla sua.

Orfano di Rossato e di Blakes, quest’ultimo per la rotazione degli stranieri, la Givova Scafati in pochi possessi si trova avanti. Ad aprire le danze è Baldwin dall’arco, che bissa due possessi più tardi. Gamble e Mouaha aprono le marcature per Scafati. Il tabellone in poco tempo è sul 9-13 grazie ad un avvio sprint di entrambe le squadre soprattutto neo tiri da tre.

Buone le percentuali per Trento dall’arco. Inizia male, invece, la corsa ai punti a crono fermo per gli ospiti. Il primo fallo che porta al viaggio in lunetta è per i padroni di casa su Mouaha, che si è espresso positivamente nei primi minuti. Non riesce però a finalizzare i tiri liberi e dall’altra parte, invece Pinkins commette fallo e regala il viaggio in lunetta alla Dolomiti che finalizza portandosi sul -1.

Allo sprint incandescente seguono tre minuti in cui prevalgono le difese e scarseggiano i punti. A 4′ e 13” si torna a segnare grazie a Baldwin, di nuovo da tre, ma il duo Gamble-Robinson trova due canestri che riportano gli ospiti avanti. Sul 14-15 Trento stoppa una giocata all’avversario non permettendo di tornare a +3. Scafati torna a fare punti con Henry, ma è uno scontro canestro a canestro. A un minuto dalla fine due terzi tempi riporta il vantaggio in mano alla Givova. Sulla sirena Alviti si prende la tripla, ma sfiora solo centrando il ferro.

Il secondo quarto parte dal 20-22 e Gamble allunga subito il passivo dei padroni di casa. Buon approccio Scafati, anche grazie a un Robison insuperabile. Trento non riesce a trovare la via del canestro, mentre la Givova Scafati si porta sul massimo vantaggio di +7. Break di 0-9, che evidenzia l’abbassamento repentino delle percentuali al tiro di Trento. Ci pensa Mooney a interrompere il trend positivo dei gialloblù, con una tripla. Intanto, però, il vantaggio ospite arriva a 10 punti.

Scafati domina nei ribalzi ma soprattutto negli inserimenti nel pittato, dove la difesa trentina trova difficoltà a arginare le giocate avversarie. Nel finale di primo tempo, Trento sembra aver trovato le misure alla Givova Scafati, riuscendo ad accorciare fino al -3. Il break bianconero dura poco. Nunge approfitta di un errore difensivo sulla rimessa e mette a segno una schiacciata. Robison riceve dopo un pick ‘n’ roll e si prende la tripla vincente. Il vantaggio scafatese torna a 6. Alla sirena il risultato è di 36-42.

Nel terzo quarto inizia bene Trento. Baldwin serve Mooney per la prima tripla del secondo tempo e stoppa una giocata ottima di Scafati. Sul +7 gialloblù, la Dolomiti mette a segno un break di 4-0 che accorcia. Baldwin torna a canestro con un tiro lungo, trovando lo spazio sulla linea dell’arco e palla rubata di Niang a Gentile. Questo sfida nella sfida riaccende il match. Il giovane bianconero prende le misure a Gentile e porta vigore alla squadra che accorcia e arriva al pareggio per 49-49. Segue un break casalingo di 9-2.

Scafati vincendo la guerra sui ribalzi riesce a rimettersi in avanti. Proprio grazie a tre rimbalzi su altrettante triple non a buon fine, Scafati, con Pinkins nello specifico si porta sul +7. Nell’ultimo quarto, però, arriva la tripla di Alviti che dal 55-59 porta i suoi a -1.

Gentile rimette in sicurezza il risultato Contribuiscono anche Nunge e Robison che riportano a 6 il vantaggio. Forray e Mooney, però, rispondono e rimettono Trento sul -2. Si lotta canestro su canestro e a 4′ dalla fine arriva il pareggio: 72-72. Scafati con bonus esaurito manda a lunetta Trento, che con buona percentuale sui tiri liberi riesce a sorpassare. Nel finale, la Givova Scafati perde Robison per aver commesso 5 falli. I gialloblù non riescono a tenersi in scia a causa di una galvanizzazione delle aquile e soprattutto per le percentuali disastrose sui tiri liberi.

Nonostante anche Trento abbia esaurito il bonus, Scafati non riesce a ricucire lo svantaggio sbagliando regolarmente dalla lunetta almeno un libero a disposizione. Con quattro punti di vantaggio per Trento e pochi secondi dalla sirena, Henry subisce fallo su azione di tiro da 3, ma li sbaglia. Niang, invece, riesce a mettere a segno tutti e tre i tiri liberi dopo il fallo di Gentile. Su possesso gialloblù lo stesso Henry riesce a segnare una tripla rimettendo Scafati sul -3. A pochi centesimi dalla fine, Trento allunga ancora per il definitivo 84-79.

Tabellino

Dolomiti Energia Trento-Givova Scafati Basket 84-79 (20-22; 16-20; 19-17; 29-20)

Dolomiti Energia Trento: Hubb 6, Alviti 3, Ning 5, Conti 2, Forray 5, Cooke 8, Diarra NE, Biligha 2, Grazulis 11, Mooney 18, Baldwin 24. Allenatore: Paolo Galbiati.

Givova Scafati Basket: Sangiovanni NE, Gentile 16, Henry 10, Mouaha 3, Pinkins 20, Robinson 19, Riverse 2, Nunge 2, Pini 0, Gamble 7. Allenatore Matteo Boniciolli

photo Credit: LegaBasket.it