Givova Capri Anacapri. Capitan Parlato sulla ripetizione della gara: “Soddisfatto della sentenza”

Ieri la lieta notizia per la Givova Capri Anacapri della ripetizione del match contro il San Vito Positano. A margine della decisione del Giudice Sportivo Territoriale si è espresso Stefano Parlato, capitano degli isolani, a suo malgrado coinvolto nella vicenda dal direttore di gara.

Ecco quanto detto all’ufficio stampa della società:

Tra i diversi aspetti che riguardano la sentenza che ha decretato la ripetizione della gara con il San Vito Positano, ce n’è uno che sicuramente non può passare in secondo piano.

Stiamo parlando della posizione del Capitano Stefano Parlato, soggetto del contendere, il cui atto violento a cui si faceva riferimento, non ha mai avuto luogo secondo quanto decretato dal giudice.

Stefano, un esempio per tutti i giovani che frequentano la scuola calcio, ha esternato così le sue sensazioni:

“Sono molto soddisfatto di questa sentenza. Il duro colpo che aveva subito, ingiustamente, la mia immagine, la mia lealtà, la mia sportività viene in questo modo cancellato. Ho sofferto molto in questo periodo, ma ho sempre sentito vivo l’affetto dei tifosi e dei compagni e la solidarietà della mia società che ha lavorato in modo egregio. Giustizia è fatta! Non sono un violento, non lo sono mai stato, la mia carriera parla chiaro. Non capisco il perché fu presa quella decisione frettolosa, per fortuna però adesso è tutto più chiaro. Spero che questa sentenza possa essere un viatico per una revisione anche per il giudizio che mi riguarda. Ritengo di dover chiudere la carriera in tutt’altro modo”.