Giugliano-Turris 4-1. Neopromossa da brividi: gialloblù dilaganti, corallini surclassati

Il Partenio Lombardi carica i tigrotti di Raffaele Di Napoli che travolgono i corallini. Giugliano-Turris si chiude sul 4-1 in una gara ricca di sorpresa e di emozioni.

Giugliano-Turris – Giannone spaventa, gialloblù in vantaggio

La Turris parte con la solita tattica attendista, lasciando giocare il Giugliano, che pian piano inizia a prendere confidenza e campo. La squadra di Di Napoli, infatti, fraseggiano cercando gli spazi per andare al tiro. e già al 7′ Ceparano prova a dire la tira. Il pallone è alto, ma un minuto dopo ci prova Piovaccari, che trova anche la rete. Sbandieramento ad annullare tutto.

Se però il Giugliano tenta, la Turris spaventa. Al 13′ Giannone si fa vedere in avanti sfiorando il gol. Calcio di punizione che, però, non beffa Viscovo. Il campo inizia a diventare a tinte gialloblù con il possesso palla che va sempre in favore del Giugliano. I tigrotti, infatti, vanno vicinissimi al gol, ma c’è voluto Frascatore a impedire che i padroni di casa passassero in vantaggio. Gladstony, difatti, tra da posizione defilata, pallone verso la porta salvato sulla linea.

La partita è combattuta, soprattutto per il Giugliano, che va sempre più invigorendosi, lasciando poche occasioni alla Turris di spingersi in avanti. La tattica attendista degli ospiti continua, favorendo l’autostima dei neopromossi, che al 28′ trovano il gol del vantaggio, nonostante una ghiottissima occasione dei corallini pochi minuti prima. Al 21′, infatti, asse Contessa-Leonetti, ma è ancora bandierina alta. Ceparano, però, va in gol e non ci sono sbandieramenti.

Il suo è un tap-in vincente a seguito di un calcio d’angolo. Traiettoria pericolosa per Perina, che respinge male lasciando il pallone sulle vie centrale. Il centrocampista a rimorchio tocca manda alle spalle dell’estremo avversario. Non fa in tempo a rispondere la Turris, perchè pochi giri di lancetta più tardi sentenzia anche Piovaccari. Terzo gol in campionato per l’esperto attaccante del Giugliano. Anche per lui un tocco a rimorchio in seguito ad un tentativo di Iglio respinto. ù

La Turris a questo punto si sveglia dal torpore e prova a pressare. Un pressing che porta frutti, tant’è che al 38′ la rossa trova il gol che accorcia le distanze. Ci pensa Leonetti a chiudere al meglio un’azione lunga di stampo corallino.

Tigrotti dilaganti – la Turris crolla sotto i colpi dei gialloblù

Nel secondo tempo la storia dovrebbe avere una trama differente, eppure la Turris non riesce a prendere il pallino del gioco. Il Giugliano è galvanizzato e tiene stretta la palla tra i piedi dei suoi rendendosi pericoloso. Bene la difesa, che disinnesca e allontana. L’attacco prova a farsi vedere e soprattutto su calci piazzati. Al 56′ ci riprova Giannone su calcio di punizione, Viscovo respinge e salva.

Fiammate sporadiche per i corallini, con un Giugliano che costringe Contessa al doppio giallo. Resta in dieci la squadra ospite, perchè il terzino viene mandato anticipatamente negli spogliatoi. Una superiorità numerica che dura pochissimo. A trenta secondi di stanza, difatti, arriva il rosso diretto per Biasiol. Leonetti involato in area di rigore, cerca di salvare la difesa. Il centrale gialloblù lo ferma con le cattive. Pochi dubbi per il direttore di gara.

Cambia nulla, dunque, a livello di equilibri numerici, ma il Giugliano non sembra scomporsi più di tanto e continua il suo attacco costante. Al 64′ arriva il gol di De Rosa dalla lunga distanza, prima marcatura di stagione e tra i professionisti per il centrale che giganteggia sulla mediana. Con il passare del tempo, la Turris sembra non trovare il bandolo della matassa, nonostante gli attacchi non manchino. La difesa avversaria risponde subito presente rispedendo al mittente le sortite offensive. Ottimo il lavoro anche di Viscovo, che non si lascia ipnotizzare dagli attaccanti più esperti.

Girandole di cambi e Turris che non trova la quadra nonostante Padalino provi a intensificare l’interdizione in mezzo al campo con Taugordeau e Gallo. Il Giugliano dal canto suo dilaga, anche con tocchi da maestro e il contributo dei neo-entrati. Nocciolini, infatti, prende il posto di Piovaccari e al primo tocco trova la rete del 3-1. La Turris ci prova, ma non riesce a trovare la via del gol. Prova a metterci lo zampino Maniero con un tentativo all’86’ che viene sistematicamente fermato da Viscovo.

Il prosieguo del match non regala altro, se non tentativi della Turris che non impensieriscono e tocchi difensivi avversari.

Giugliano-Turris: il tabellino

Giugliano-Turris 4-1 (2-1 pt)

Giugliano (3-5-2):  Viscovo; Scanagatta, Biasiol, C. Poziello; Iglio (56′ Tamir), Gladestony, Ceparano, De Rosa, Oyewale; Piovaccari (72′ Nocciolini), Salvemini (84′ Ghisolfi). A disposizione: Belardo, Tamir, D’Alessio, Felippe, Rizzo, Zullo, Poziello R., Rondinella, Aruta, Gomez, Ghisolfi, Di Dio, Kyeremateng, Nocciolini, Esposito. Allenatore: Di Napoli

Turris (3-4-3): Perina; Manzi, Di Nunzio (72′ Di Nunzio), Frascatore; Ercolano (56′ Boccia), Aquadro (79′ Longo), Haoudi (72′ Sampete), Contessa; Giannone (79′ Taugordeau), Maniero, Leonetti. A disposizione: Donini, Fasolino, Vitiello, Taugordeau, Boccia, Nocerino, Di Franco, Stampete, Invernizzi, Aquino, Finardi, Gallo, Longo. Allenatore: Padalino.

arbitro: Claudio Panettella di Bari
assistenti: Khaled Bahri di Sassari; Stefano Galiberti di Seregno
IV uomo: Leonardo Mastrodomenico di Matera

marcatori: 28′ Ceparano (G), 33′ Piovaccari (G), 39′ Leonetti (T), 64′ De Rosa (G), 76′ Nocciolini (G)
tiri: 18-14
angoli: 5-2
fuorigioco: 2-2

ammoniti: Contessa, Gladstony, Piovaccari, Longo
espulsi: Contessa, Biasiol
recuperi: +2ì pt, +5′ st