Giffoni Sei Casali. Harakiri a Sant’Agnello, ripreso e ribaltato il doppio vantaggio

Il Giffoni Sei Casali arriva alla trasferta di Sant’Agnello senza mister Messina in panchina (squalificato), sostituito dal vice Pisacreta e lo squalificato Kavin Giorgio. Grifoni in campo con il solito 3-5-2: dal 1’ tra i pali c’è Mastrangelo, in avanti la coppia Merola-Senatore. Arcaro preferito mezz’ala, Mejri agisce sull’esterno di sinistra.
Il Sant’Agnello inizia col piglio giusto il match, Tarallo in due occasioni impegna Mastrangelo all’uscita salvando gli ospiti. Al 10’ di nuovo pericolosi i costieri con Gargiulo che chiama alla parata l’estremo difensore dei grifoni. La risposta del Sei Casali arriva al 18’ con una ghiotta occasione sugli sviluppi di una palla inattiva, Arzeo a botta sicura si fa respingere la conclusione da Troiano. Giffoni in casacca mimetica che alza il baricentro nonostante un alto pressing degli avversari, bravi e rapidi sulle seconde palle, guadagnando centimetri: Fortunato serve nello spazio Merola che perde l’attimo per calciare in porta. Al 33’ il Sei Casali passa in vantaggio: Senatore riceve palla sulla trequarti, si gira e calcia direttamente in porta. Destro secco all’angolino, Troiano si allunga ma non ci arriva. Primo gol in campionato per l’ex attaccante del Faiano. Sant’Agnello che prova a verticalizzare senza successo, Tarallo è il più pericoloso ma la difesa ospite fa buona guardia. All’intervallo il Giffoni conduce avanti.
Il Sei Casali raddoppia nella ripresa: al 5’ angolo di Liguori, Senatore di testa realizza la sua personale doppietta. Arcaro in due circostanze sfiora la rete ma la mira è imprecisa. Quando sembrava chiusa la partita, ecco che il Sant’Agnello viene fuori e dà il via alla remuntada. Tarallo accorcia le distanze al 22’ della seconda frazione approfittando di uno svarione difensivo. Ancora padroni di casa pericolosi con Cesarano che impegna alla parata Mastrangelo. Mister Donnarumma inserisce Di Maio che nel finale pareggia i conti dopo un errore in difesa degli ospiti. Finale incandescente: a tempo scaduto Mastrangelo si fa espellere per un’uscita fuori dall’area. Esauriti i cambi, Odierna si inventa portiere: sulla punizione Mentana cala il tris. Il Sant’Agnello conquista i tre punti dopo una direzione di gara ancora una volta discutibile. Per il Giffoni terza sconfitta in campionato consecutiva.
Tabellino
F.C. Sant’Agnello 3–2 Giffoni Sei Casali
Sant’Agnello: Troiano, Palomba, Cilento (14’st Vitiello), Gargiulo A., Gargiulo M., Coppola (14’st Cesarano), Ferraro (12’st Castellana), Coppola, Tarallo, Caputo (32’st Di Maio), Falanga (6’st Mentana). A disp: Landolfi, Bianchi, Manzi, Colonna. Allenatore: Donnarumma.
Giffoni Sei Casali: Mastrangelo, Di Giacomo, Mejri, Arzeo, Itri, Cardillo (20’st Guerrera), Arcaro (35’st Galluccio), Liguori, Merola (43’st La Rocca), Fortunato (41’st Odierna), Senatore (25’st De Santis). A disp: Pellecchia, Romano, Avallone, Ferrara. Allenatore: Messina.
Marcatori: 22’st Tarallo, 45’st Di Maio, 50’st Mentana (SAN); 33’pt e 5’st Senatore (GSC).
Arbitro: Lorenzo Corrado della sez. di Napoli. Assistenti: Giovanni Frisulli della sez. di Ercolano – Salvatore Tartaglione della sez. di Napoli.
Note. Ammoniti: Falanga, Coppola, Mentana (SAN); Di Giacomo, Guerrera (GSC). Espulso al 49’st Mastrangelo (GSC). Gara a porte chiuse.