Giaccherini: “Via dalla Juve per giocare con continuità”

”Ho lasciato la Juve per una questione d’orgoglio. Voglio tornare protagonista”. Emanuele Giaccherini ha appena cominciato l’avventura in Premier League con la maglia del Sunderland. Il break per gli impegni delle Nazionali offre al jolly la possibilita’ di stilare un primo bilancio. ”La Premier e’ un campionato diverso, c’e’ tanto da imparare. Io ho iniziato bene, anche se finora non sono arrivati i risultati. In particolare penso alla prima partita in casa col Fulham, meritavamo di vincere e abbiamo perso”, dice dal ritiro di Coverciano.

”Lasciare la Juventus e’ stata una scelta molto difficile pero’ ho valutato un po’ tutti gli aspetti, non solo quello economico. E’ stata una scelta dura perche’ ho lasciato tanti amici, tanti compagni, l’allenatore che ha dato la svolta alla mia carriera. Ora posso giocare con continuita’ e sono contento, anche se ho lasciato la Juventus che era il top”, aggiunge.

Con la maglia bianconera, Giaccherini era considerato una riserva di lusso. Al Sunderland, con Paolo Di Canio in panchina, si candida a diventare uno dei pilastri della squadra. ”Forse sono andato in Inghilterra anche per orgoglio, perche’ volevo ritornare ad essere protagonista in una squadra. Non che non lo fossi alla Juve, perche’ quando venivo chiamato in causa cercavo di dare il mio contributo. Ma ho preso questa decisione anche per giocare con continuita’. Ho sentito il mister prima di partire, mi ha detto di stare tranquillo”, afferma ancora

Condividi