Furia Villa Literno, Fontana verso l’addio, Musto: “A queste condizioni non ci stiamo”

Tramite un durissimo comunicato stampa il Villa Literno esprime dissenso, amarezza ma soprattutto rabbia per gli ultimi episodi che hanno coinvolto la squadra. In particolare il riferimento è a delle sviste arbitrali che hanno condizionato l’andamento degli ultimi due match giocati.

L'immagine può contenere: persone che praticano sport e spazio all'aperto“Domenica scorsa -spiega il direttore generale Antonio Musto Premettendo che la Real Aversa è una grandissima squadra, il portiere avversario, Merola, ha parato un pallone fuori dall’area di rigore. Un vero e proprio errore, visto che si tratta di un fallo di mano, da ultimo uomo e chiara occasione da rete. Da regolamento questo prevede non l’ammonizione, com’è avvenuto, ma l’espulsione diretta. Nella stessa partita, nella quale vincevamo per 2-0, un nostro calciatore ha commesso un fallo, ci aspettavamo uno stesso metro di giudizio e invece siamo rimasti in dieci uomini. La Real, come detto, è una grande squadra e quindi è riuscita a pareggiare”.

L'immagine può contenere: persone che praticano sport e spazio all'apertoNon solo contro la capolista, ma anche nella scorsa gara contro la Boys Caivanese: “A fine gara abbiamo chiesto all’arbitro il motivo dell’espulsione di Insigne, per capire se avessimo dovuto provvedere ad una multa, ma la sua risposta ci ha lasciato basiti. Il capitano è stato espulso con un doppio giallo per proteste, il capitano che ha il diritto di colloquiare con il direttore di gara. Una scelta assurda avvenuta dopo 10/15 minuti di partita. Nel finale, a sette minuti dal triplice fischio -spiega ancora il dg liternese- ci è stato annullato un gol, quello del 2-0 inspiegabilmente. Il guardalinee ha alzato la bandierina chiamando il fuorigioco, ma dalle immagini è chiaro che non è assolutamente cos√¨. Con due partite ci vediamo privati di quattro punti in classifica. Una giornata storta può starci, ma due consecutive no. Vogliamo capire cosa sta succedendo, vogliamo capire cosa non va. Non voglio pensare alla malafede, specie in questa categorie, ma se un arbitro sbaglia, un guardalinee sbaglia allora che venga punito come capita con tutti”.

Fontana vuole dimettersi: “Il presidente è arrabbiatissimo, non è sicuro che ne valga ancora la pena. Noi ci mettiamo soldi, abbiamo le nostre attività, investiamo soldi sul calcio, ma evidentemente stiamo sbagliando e se è cos√¨ allora noi lasciamo. Lui vuole abbandonare la presidenza e se cos√¨ dovesse essere allora noi non andremo da nessuna parte. Il Villa Literno potrebbe anche essere ritirato dal campionato. Aggiungo anche che noi andremo in Federazione a fare reclamo ufficiale perchè non è possibile continuare cos√¨. A queste condizioni il calcio non ci piace”.