FOTO – Ercolanese. E’ scontro ultras-Amministrazione: città tappezzata di striscioni

Continua la guerra neanche tanto silente tra l’amministrazione Bonajuto e la tifoseria dell’Ercolanese. Gli ultras, infatti, nonostante la mancanza di una squadra rappresentante, ha ingaggiato una battaglia contro il Comune, reo, a detta gli fedelissimi granata, di non essersi impegnati nel ricercare una cordata imprenditoriale per mantenere viva la tradizione calcistica locale.

Ercolano è senza calcio, attualmente con uno stadio in status di abbandono. Il Solaro, infatti, dovrebbe essere soggetto a lavori di restyling, ma dopo i primi lavori il cantiere si è fermato. Condizione che peggiore l’umore dei tifosi granata, che nella nottata di ieri hanno deciso di tappezzare la città con degli striscioni. Destinatari chiari, i politici locali, rei, come detto, di non essersi impegnati abbastanza. Nell’estate si era aperta la speranza per l’approdo di Oreste Vigorito come nuovo patron per una squadra satellite del Benevento. L’operazione non ha dato frutti, seppur ancora oggi non è una pista totalmente chiusa, ma in stand-by, in attesa di una condizione favorevole alla conclusione.

Manca soddisfazione per l’operato, per l’abbandono del cantiere, fermo ormai da settimane, prima ancora che ci sia un malumore legato all’assenza di calcio. Infatti, gli ultimi anni hanno portato i tifosi a pensare in primis al progetto e poi alla presenza o meno di una squadra. Un cuore che ancora batte per la 1924 e che non si accontenta di vedere il pallone rotolare sul manto del Solaro. Ci cerca continuità, un progetto che possa far ritrovare prestigio ad una piazza che negli anni più recenti è stata vicinissima a rivivere il professionismo.

Condividi